app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Artmarket.com e Artprice non rilevano alcun impatto derivante dalla crisi ucraina sulle vendite all’asta

Giugno 27, 2022

PARIGI, 27 giugno 2022 /PRNewswire/ — A quattro mesi dall’invasione dell’esercito russo in Ucraina, Artmarket.com e Artprice osservano che il mercato dell’arte mondiale continua a seguire il suo programma senza essere perturbato dal conflitto in atto alle porte dell’Europa. Le prestigiose fiere Art Basel, TEFAF e Brafa si sono tenute (o si terranno) in Europa, come anche la Biennale di Venezia e dOCUMENTA, senza che lo spettro della guerra (così come la ripresa dell’epidemia di Covid-19 o la minaccia di una crisi ecologica) rovini le manifestazioni.

 

Fatturato d’asta globale settimanale nel comparto dell’arte (2021 vs inizio 2022) ©artprice.com

 

Tweet in cui Mykhailo Fedorov, vicepremier e ministro della Trasformazione digitale dell’Ucraina, lancia un appello per la donazione di NFT

 

«Con 6,1 miliardi di dollari battuti all’asta nei primi cinque mesi dell’anno, contro i 5,4 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso, il 2022 si sta già dimostrando molto più forte. Si tratta di un incremento del 12%!», afferma thierry Ehrmann, CEO e fondatore di Artmarket.com e del suo dipartimento Artprice.

+50% di giro d’affari negli USA

Dall’analisi effettuata da Artprice emerge un inizio 2022 di grande intensità, anche se l’organizzazione delle vendite all’asta è ancora interrotta in diverse parti del mondo (in particolare in Asia) a causa della pandemia di Covid-19.

Indiscussi vincitori dell’anno sono gli Stati Uniti, che hanno registrato un incremento del 50% nel fatturato d’asta del comparto dell’arte dopo le principali aste primaverili. Le ultime prestigiose sessioni sono state caratterizzate dallo spettacolare risultato di quasi 200 milioni di dollari per Shot Sage Blue Marilyn (1964) di Andy Warhol da Christie’s. Il suo nuovo proprietario altro non è che il gallerista Larry Gagosian, la cui attività potrebbe risentire delle sanzioni internazionali prese contro gli oligarchi russi che figurano tra i suoi clienti.

Le aste primaverili newyorkesi sono inoltre state elettrizzate dalla vendita del dipinto Untitled (1982) di Jean-Michel Basquiat. Dopo aver acquistato il dipinto per 57,3 milioni di dollari nel 2016, il miliardario giapponese Yusaku Maezawa l’ha rivenduto quest’anno per 85 milioni di dollari, registrando un incremento del 48% in soli 6 anni.

Untitled (1982) di Jean-Michel Basquiat ha perciò fatto registrare un rendimento medio annuo del 6,8% nei sei anni in cui ha fatto parte della collezione di Maezawa. Questa plusvalenza servirà in parte per coprire le commissioni di acquisto di Christie’s (più di 11 milioni di dollari per questo lotto), ma anche per rassicurare il mercato che ha visto i prezzi di Basquiat salire a un ritmo vertiginoso con gli acquisti effettuati da Yusaku Maezawa. Nel 2017 il collezionista giapponese ha acquistato un dipinto dello stesso artista e dello stesso anno per la cifra record di 110 milioni di dollari.

L’Europa va avanti, l’Asia è in pausa e il Metaverso sta per iniziare

Il Regno Unito ha iniziato il 2022 con un incremento del fatturato d’asta del comparto dell’arte del 35% (rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) e la Francia ha registrato un incremento del 25%. L’Europa sembra quindi essersi completamente ripresa dalla crisi sanitaria. Ma la situazione è diversa in Asia, dove molte aste sono state rinviate a causa di una nuova ondata di Covid-19. Da inizio anno, Hong Kong ha registrato soltanto 146 milioni di dollari di fatturato d’asta per il comparto dell’arte, contro gli oltre 500 milioni di dollari dello scorso anno.

Parallelamente, il mondo delle criptovalute e del Web3 si è dimostrato molto generoso nel suo sostegno alla causa ucraina. Dallo scorso aprile Kiev ha iniziato ad accettare donazioni sotto forma di NFT. Diversi artisti hanno inoltre avviato vendite di beneficenza di NFT, come JR in collaborazione con Ukraine DAO e Pussy Riot, che hanno venduto una versione digitale della bandiera ucraina per 6,7 milioni di dollari.

Immagini: [https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2022/06/image1-fine-art-auction-turnover-2021-vs-2022early.png] [https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2022/06/image2-image2-tweet-Mykhailo-fedorov-donations-NFT.png]

Copyright 1987-2022 thierry Ehrmann www.artprice.com – www.artmarket.com

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: www.artprice.com/video

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987.

Biografia certificata Who’s Who ©:Biographie_thierry_Ehrmann_2022_WhosWhoInFrance.pdf

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell’Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell’arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 782.000 artisti.

Artprice by Artmarket, leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, ha come ambizione quella di diventare, mediante il suo Global Standardized Marketplace, la più grande piattaforma di NFT d’arte.

Artprice Images® consente l’accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell’Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d’arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell’arte.

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d’Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell’Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 5,4 milioni di utenti (registrati + social media) hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d’arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell’Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese).

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato “Società Innovativa” dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell’arte.

Rapporto 2020 sul Mercato Globale dell’Arte di Artprice by Artmarket, pubblicato nel marzo del 2022:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2021

Rapporto 2020-2021 di Artprice sul mercato dell’arte contemporanea by Artmarket.com:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-contemporary-art-market-report-2021

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice:serveur.serveur.com/Press_Release/pressreleaseEN.htm

Segui tutte le notizie sul Mercato dell’Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter:

www.facebook.com/artpricedotcom/ (oltre 5,8 milioni di follower)

twitter.com/artmarketdotcom

twitter.com/artpricedotcom

Scopri l’alchimia e l’universo di Artmarket e del suo dipartimento Artprice https://www.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l’Organe “La Demeure du Chaos” (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice – Contatti: Thierry Ehrmann, ir@artmarket.com

Infographic – https://mma.prnewswire.com/media/1845212/Artmarket_Infographic.jpgPhoto – https://mma.prnewswire.com/media/1845213/Artmarket.jpgLogo – https://mma.prnewswire.com/media/1009603/Art_Market_logo.jpg

 

 

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl