app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

PA 110 e Lode, Unicusano: il Mur chiarisca su partecipazione delle ‘telematiche’

Febbraio 17, 2022

(Adnkronos) – L’ateneo chiede risposte sull’accesso all’iniziativa che incentiva l’accesso dei dipendenti della Pubblica Amministrazione ai corsi di laurea: da giorni nessuna comunicazione ufficiale

Roma, 17 febbraio 2022- Il Ministero dell’Università e della Ricerca faccia chiarezza una volta per tutte sulla partecipazione degli atenei a ‘Pa 110 e Lode’, il Protocollo siglato tra Pubblica Amministrazione e atenei per consentire a tutti i dipendenti pubblici di usufruire di un incentivo per l’accesso a corsi di laurea, master e percorsi di specializzazione. La richiesta arriva dall’Università Niccolò Cusano, che nei giorni scorsi ha denunciato l’esclusione dall’iniziativa degli atenei telematici perché non facenti parte della CRUI. La scorsa settimana il fondatore e presidente del Consiglio di amministrazione di Unicusano, Stefano Bandecchi, ha inviato una lettera ai ministri della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, e dell’Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, per chiedere “spiegazioni dettagliate sul protocollo d’intesa”, ma ad oggi, nessuna comunicazione ufficiale è pervenuta alle telematiche né alcuna risposta è giunta alle molteplici sollecitazioni. Dalla sede di Unicusano, in via don Carlo Gnocchi a Roma, sono stati inviati due messaggi pec di adesione a ‘PA 110 e Lode’, mail nome dell’Ateneo non è tuttora presente nell’elenco delle università che possono prendere parte all’iniziativa.

“Restiamo colpiti e stupiti nell’apprendere che tutte le Università italiane associate alla CRUI sono state autorizzate ad erogare corsi sia in presenza che telematici in modalità sincrona e asincrona anche se non in possesso di piattaforme didattiche omologate”, si legge in una seconda lettera che Bandecchi ha inviato ai ministri Brunetta e Messa. “Il nostro stupore deriva dal fatto che Voi avete eliminato proprio chi aveva più diritto di tutti ad erogare questi corsi, cioè proprio le Università cosiddette telematiche, che da ben vent’anni adottano questo sistema didattico con grande successo”. Con la lettera di Unicusano è stato diffuso anche un memorandum, redatto dallo Studio Bonelli Erede, che evidenzia elementi di illegittimità del “Piano Strategico per la valorizzazione e lo sviluppo del capitale umano della Pubblica Amministrazione” elaborato dal Dipartimento della Funzione Pubblica. Una possibile azione legale che, a leggere la consulenza fornita dall’avvocato Luca Perfetti, potrebbe facilmente interessare anche la Corte di Giustizia europea richiamando i fondi del PNRR.

Una sola indicazione sul parere del Mur è arrivata da un organo di stampa, IlFattoQuotidiano.it, che in un articolo di lunedì 14 febbraio ha riportato un’affermazione di fonti vicine alla ministra Messa: “Nel protocollo d’intesa c’è scritto testuale ‘anche con il coinvolgimento della Crui’. Non è una forma esclusiva. Le università telematiche non sono fuori”. Perché – chiede Unicusano – fornire una risposta ai media e non una comunicazione formale ai diretti interessati? Dov’è la verità? L’ateneo attende un chiarimento attraverso i canali ufficiali.

https://www.unicusano.it/

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl