app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Calcio: Ministro sport Saudita, ‘Ronaldo? Mi piacerebbe vederlo nella Saudi Pro League’

Novembre 25, 2022

Londra, 25 nov. (Adnkronos) – Il futuro di Cristiano Ronaldo potrebbe essere in Arabia Saudita nonostante il rifiuto di una precedente offerta, con il ministro dello sport della nazione che lo ha salutato come un “modello”. Il capitano del Portogallo è senza una squadra di club dopo aver concordato di comune accordo la rescissione del suo contratto con il Manchester United a seguito di una controversa intervista. Mette fine ad un secondo periodo sfortunato con il club della Premier League, ma avrebbe potuto lasciare anche prima viste le offerte arrivate al giocatore lusitano. Una di queste proveniva da un club saudita, ancora senza nome, e ora il ministro dello sport del paese, il principe Abdulaziz bin Turki Al-Faisal, ha sostenuto la possibilità di un’altra mossa per portarlo nella nazione. “Tutto è possibile”, ha detto a Bbc Sport. “Mi piacerebbe vedere Ronaldo giocare nel campionato saudita. Avvantaggerebbe il campionato, l’ecosistema sportivo in Arabia Saudita, e ispirerà i giovani per il futuro. È un modello per molti ragazzi e ha una grande base di fan”.

L’uscita di Ronaldo ha preceduto la notizia secondo cui la famiglia Glazer, proprietaria di lunga data dello United, stia valutando la vendita, dopo anni di proteste per la direzione che il club ha preso sotto il loro controllo. Insieme al Fenway Sports Group, i proprietari della squadra di Premier League del Liverpool, stanno esplorando le loro opzioni, la porta è aperta per potenziali ulteriori investimenti nella massima serie inglese dello stato del Golfo. Il Newcastle United è già di proprietà del Fondo per gli investimenti pubblici (PIF) sostenuto dallo stato dell’Arabia Saudita, ma mentre Abdulaziz ha escluso un’altra offerta dal governo, ha suggerito che gli investimenti privati ​​potrebbero ancora essere esplorati. “È il campionato più seguito in Arabia Saudita e nella regione, e ha molti fan della Premier League”, ha aggiunto. “Dal settore privato non posso parlare a loro nome, ma c’è molto interesse e appetito e c’è molta passione per il calcio. Lo sosterremo sicuramente se entrasse un settore privato saudita, perché sappiamo che si rifletterà positivamente sullo sport all’interno del regno. Se c’è un investitore disposto a farlo e i numeri si sommano, perché no?”.

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl