app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Migranti: blitz deputati Pd, ‘in Albania un set per un B movie che costa 800mln agli italiani’

23 Maggio 2024

Roma, 23 mag (Adnkronos) – “Un bluff, uno spreco, un set cinematografico di un B movie costato, sino ad oggi, 800 mln di euro di tutti gli italiani”. I deputati del Partito democratico appena rientrati da un ‘blitz’ in Albania non usano mezzi termini per denunciare quello che definiscono “un fallimento totale”, a proposito dell’accordo sui migranti tra Roma e Tirana sottoscritto dal governo Meloni. Matteo Orfini, Matteo Mauri, Simona Bonafè e Enzo Amendola hanno documentato, con un video mostrato alla Camera, il fatto che i lavori per la costruzione del Cpr italiano in Albania sono ancora in alto mare.

“Avevamo già denunciato questo accordo che viola i diritti. Ora i fatti dimostrano che le nostre preoccupazioni sono confermate e, anzi, aggravate -ha detto la capogruppo del Pd Chiara Braga-. C’è uno spreco di risorse e una assenza di trasparenza, chiediamo al governo di venire in Parlamento a chiarire su una scelta che rappresenta bene il fallimento di questo governo”.

Mauri ha spiegato: “Le immagini descrivono bene la desolazione del campo che avrebbe dovuto essere terminato il 20 maggio. Risulta evidente il bluff elettorale della Meloni, che voleva mettere lì il primo migrante prima delle elezioni europee. Ma non è che se avessero fatto in tempo le cose sarebbero andate bene, siamo di fronte ad un attentato ai diritti umani che non sono stati capaci di fare”.

(Adnkronos) – Come ha detto la Bonafè, “l’accordo con Albania è stato esaminato d’urgenza in Parlamento per essere pronto per le europee. Noi abbiamo detto sin dall’inizio che l’accordo era inutile, non fermerà gli sbarchi sperperando soldi, è molto costoso, erano previsti 600mln che sono diventati 800, probabilmente cresceranno ancora”. Nelle immagini raccolte dai dem, oltre all’area destinata al Cpr si vedono anche le strutture già allestite nel porto per accogliere le navi con i migranti.

“Con questo accordo, inutile e complicato, che porterà ulteriore violazione dei diritti umani, si taglia la Sanità per una operazione di propaganda del governo -ha detto Orfini-. Ora la reazione sarà diffondere le immagini di un set cinematografico, quello nel porto, che non serve a nulla se non è pronto il campo: inaugurare il primo senza il secondo è cinema, anche di un certo livello, un B movie”.

Amendola, invece, ha spiegato: “Il centro al porto è pronto, ci sono gli uffici dove si dovrebbero fare i primi accertamenti per i migranti, per poi trasferirli al campo, che però è ancora una landa desolata, stanno ancora facendo i carotaggi nel terreno. Per questo il porto è un set”. Come ha spiegato ancora Mauri, “è come aver costruito una portineria senza il palazzo dietro. Completamente inutile”.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Fair Play Menarini, assegnato il premio speciale Fiamme Gialle studio e sport

17 Giugno 2024
Firenze, 17 giu. – (Adnkronos) – Continuano gli appuntamenti del Premio Internazionale Fair Play …

Mo: Unrwa, ‘raid Idf continuano a Rafah nonostante annuncio pause’

17 Giugno 2024
Gaza, 17 giu. (Adnkronos) – I raid continuano a Rafah nonostante le pause tecniche annunciate da …

Ue: Orsini, ‘politica industriale antindustriale non ha senso, industria va rimessa al centro’

17 Giugno 2024
Milano, 17 giu. (Adnkronos) – “Non è possibile pensare a una politica industriale europea anti-in…

InfoCamere pubblica il bilancio 2023

17 Giugno 2024
Roma, 17 giu. (Adnkronos/Labitalia) – È stato presentato all’assemblea di InfoCamere il Bilancio …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI