app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Sostenibilità, allo stabilimento Abb di Dalmine il lo status di ‘Mission to zero’

Aprile 19, 2022

Roma, 19 apr. – (Adnkronos) – Digitalizzazione e tecnologie per l’efficientamento energetico hanno permesso allo storico sito di Dalmine, dove in 45.000 mq Abb produce interruttori e quadri elettrici di media tensione, di raggiungere lo status di ‘Mission to Zero’, dimostrando come una fabbrica non debba necessariamente essere di nuova costruzione per poter essere sostenibile. Mission to Zero è parte del viaggio di Abb verso la neutralità delle emissioni di CO2 entro il 2030, ed è un aspetto fondamentale del percorso verso la creazione di una supply chain più sostenibile per i propri clienti.

Il programma Mission to Zero mira a creare esempi di siti produttivi Abb a basse emissioni che possano essere replicati da partner e clienti in tutto il mondo, sia in strutture nuove che in quelle già esistenti. Il programma si basa su una serie di attività per migliorare la sostenibilità in tutte le attività di un sito, dalla riduzione delle emissioni di CO2 alla conservazione delle risorse, fino al supporto ai clienti che vogliono raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità.

Lo stabilimento di Dalmine, spiega Alessandro Palin, presidente della Divisione Distribution Solutions di Abb, “è oggi un modello replicabile dai nostri clienti: è un esempio positivo di come tecnologie innovative e digitalizzazione possono ridurre le emissioni del 25%. In Abb collaboriamo con i nostri clienti per ridurre le loro emissioni annuali di CO2 di oltre 100 mega tonnellate entro il 2030, l’equivalente delle emissioni generate da 30 milioni di auto a combustione. Riducendo le emissioni ed eliminando i rifiuti in tutta la nostra catena di approvvigionamento, sosterremo i clienti nel realizzare i loro obiettivi di sostenibilità”.

Costruito nel 1979, il sito di Dalmine è già alimentato con il 100% di energia verde da fonti rinnovabili certificate da Enel Green Power, ma per raggiungere lo status di Mission to Zero, i tre edifici della fabbrica sono stati dotati di 4.000 metri quadrati di pannelli fotovoltaici. I pannelli generano una potenza di picco di 900 kWp, fornendo circa il 20 per cento del fabbisogno energetico della fabbrica e aiutando a bilanciare i picchi di domanda del sistema di aria condizionata durante i mesi estivi.

Attraverso più di 70 sensori installati in tutto il sito, la piattaforma ABB Ability Energy and Asset Manager monitora il consumo di energia per identificarne le inefficienze ed evidenziare le opportunità di risparmio energetico. Sulla base dei risultati del monitoraggio energetico, per esempio, l’illuminazione esterna è stata sostituita con lampade a Led ad alta efficienza, riducendo il consumo energetico di 76.000 kWh all’anno, ovvero l’energia necessaria per ricaricare la crescente flotta di veicoli elettrici del sito.

Focalizzato sull’approccio di economia circolare, il team dedicato alla sostenibilità dei prodotti del sito analizza e certifica i prodotti fornendo il loro Life Cycle Assessment (Lca) e le dichiarazioni ambientali di prodotto (Epd). Grazie a tutti questi interventi, Dalmine ha ridotto le emissioni di CO2 di circa 2.200 tonnellate negli ultimi due anni – l’equivalente delle emissioni generate da un’auto che percorre 360 giri attorno alla Terra lungo l’equatore. Dalmine si unisce ai siti Abb in Cina, Finlandia, Germania e Paesi Bassi come stabilimento Mission to Zero, a cui faranno seguito altri siti nel corso del 2022 e nei prossimi anni.

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl