app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Valle dei Segni, al via il progetto Imago

Novembre 13, 2023

Roma, 11 nov. (Adnkronos) – È stato presentato oggi, presso la Citta della Cultura di Capo di Ponte, Imago, il programma di valorizzazione della Valle Camonica: un sistema che unisce tutta la Comunità nel processo di trasformazione dell’identità della Valle da concept a brand.

Il progetto vede la partecipazione di diversi attori, accomunati da un unico fil rouge: il desiderio di dare pieno valore alla Valle dei Segni al di fuori dei propri confini territoriali, per far conoscere a livello nazionale, e non solo, l’intero sistema della valle, nonché le novità che interesseranno l’area nel corso dei prossimi mesi e anni.

“Siamo orgogliosi di dare vita a questo progetto ambizioso che ha al centro il rilancio della Valle Camonica. È necessario individuare e creare un simbolo, in grado di dare visibilità e riconoscibilità distintiva all’intera Valle. Il nostro obiettivo è quello di mettere in risalto le peculiarità della Valle dei Segni, valorizzandone il patrimonio culturale e riducendo al minimo l’impatto ambientale, aspetto fondamentale per noi Camuni”, ha commentato Alberto Piantoni, Presidente della Fondazione dei Segni.

Il progetto si articola in diversi ambiti di intervento: un sistema di 2 nuovi centri, l’Experience Centre di Ceto e l’Experience Lab di Capo di Ponte, che attivano un circuito turistico integrato che lega il patrimonio culturale dei parchi con la rete sentieristica in quota e il percorso ciclopedonale lungo il fiume Oglio, di futura realizzazione; una rinnovata identità visuale che valorizzerà la simbologia dei “pitoti” per renderla un visual caratteristico della Valle dei Segni; un programma di promozione e comunicazione su scala nazionale che vedrà come momento fondamentale una grande manifestazione: la Festa di segni, immagini e lingue perdute della Valle dei Segni, con l’obiettivo di rileggere il patrimonio storico dell’area con sguardo contemporaneo.

In particolare, nella progettazione è stata dedicata grande attenzione non solo alla valorizzazione del territorio, ma anche alla necessità di assicurare che gli interventi di potenziamento dell’impianto turistico non impattino in alcun modo sulla biodiversità dell’area e sul paesaggio, conservando inalterato l’intero ecosistema. A questo scopo, è nelle sue fasi conclusive uno studio di fattibilità che permetta di entrare nel vivo delle attività operative con il minimo impatto.

Alla conferenza hanno preso parte il Sindaco di Capo di Monte, Andrea Ghetti, il Sindaco di Ceto, Marina Lanzetti, il Sindaco di Breno, Alessandro Panteghini, il Presidente della Comunità montana Valle Camonica, Alessandro Bonomelli, il Presidente della Provincia di Brescia, Emanuele Moraschini, l’Assessore alla Cultura, Comunità Montana Valle Camonica, Massimo Maugeri, il Presidente di Fondazione dei Segni, Alberto Piantoni.

La Fondazione Valle dei Segni nasce all’inizio del 2022 con l’obiettivo di promuovere e divulgare il patrimonio turistico e culturale del territorio, trasformandolo gradualmente in un sistema integrato.

Sostenibilità, i big della finanza pubblica Ue a confronto sul futuro

Roma, 1 dic. – (Adnkronos) – I big della finanza pubblica europea si incontrano per parlare delle…

Sustainability Winter School, nasce la formazione per la transizione green

Roma, 29 nov. (Adnkronos) – Green New Deal, Pnrr, transizione ecologica ed energetica, gestione d…

Ciafani, ‘fondo loss and damage fondamentale contro crisi clima’

Roma, 1 dic. (Adnkronos) – “Il fondo loss and damage è una delle tessere fondamentali del mosaico…

Disabilità, report: 80% italiani boccia Ssn ma quasi 90% promuove medici con lode

Roma, 1 dic. (Adnkronos Salute) – Per 8 italiani su 10 il Servizio sanitario nazionale (Ssn) non …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI