app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app

adnkronos

Covid: Meloni, ‘governo irresponsabile ha fallito, lo certificano i numeri’

Roma, 20 gen (Adnkronos) – “Il governo italiano ha piegato i diritti fondamentali, la Costituzione, ha imposto le norme più aggressive del mondo e il risultato è che noi abbiamo il tasso di contagi più alto di quello di nazioni in cui nemmeno lontanamente sono state imposta le stesse restrizioni e, peggio ancora, abbiamo il tasso di mortalità da Covid più alto d’Europa”. Lo ha detto Giorgia Meloni ad un flash mob di FdI dopo il via libera della Camera a quello che ha definito “l’ennesimo decreto fatto di norme insensate”.

“Lo avevamo previsto, siamo stati ignorati ma la storia e i numeri ci hanno dato ragione -ha spiegato la leader di FdI-. Questo governo irresponsabile è troppo impegnato a mettere gli italiani gli uni contro gli altri per occuparsi di cose serie. Ma rimane l’irresponsabilità di non aver voluto ascoltare le proposte serie e responsabili dell’opposizione”.

“Il fallimento è certificato dai numeri, che non sono un’opinione e che tradiscono l’incapacità del ministro della Salute che qualsiasi normale governo sarebbe giù stato rimosso”, ha concluso Meloni.

**Iv: Evangelista, ‘sofferenza per giustizialismo M5S, Iv mio naturale approdo**

Roma, 20 gen. (Adnkronos) – “Ho deciso di aderire a Italia Viva per una sofferenza che provavo dentro il Movimento a causa di una linea politica che non poteva appartenermi: la mia formazione giuridica, da avvocato, mi porta a valutare le questioni avendo come faro la Costituzione, che è garantista, non giustizialista. Il partito di Matteo Renzi non poteva quindi che essere il mio naturale approdo”. Così in una nota la senatrice Elvira Lucia Evangelista, commentando la sua adesione al gruppo Italia Viva.

“Sia nel mio ruolo di membro della Giunta per le elezioni e le immunità che in quello di membro della Commissione Giustizia, ho provato più volte disagio per quella doppia morale che contraddistingue il M5S in merito alle questioni giudiziarie. Basti osservare l’atteggiamento tenuto sull’indagine che riguarda Beppe Grillo, dove improvvisamente si sono riscoperti garantisti…”, conclude Evangelista.

Quirinale: Meloni, ‘vertice c.destra sia convocato nelle prossime ore o lo chiederò ufficialmente’

Roma, 20 gen (Adnkronos) – “Il vertice di centrodestra deve essere ancora convocato. Per come la vedo io, ovviamente, è inevitabile che si svolga prima della fine della settimana. Spero sia calendarizzato nelle prossime ore, altrimenti lo chiederò ufficialmente”. Lo ha detto Giorgia Meloni, a margine di un flash mob di FdI a piazza Montecitorio.

C’è ancora l’unità del centrodestra? “C’è sempre l’unità”, ha replicato la leader di FdI.

Rugby, Bitpanda diventa sponsor di maglia della Fir

Roma, 20 gen. – (Adnkronos) – Bitpanda, piattaforma di investimento digitale europea, annuncia la prima partnership sportiva in Italia con la Federazione Italiana Rugby (Fir). L’unicorno austriaco sarà Main Sponsor e Sponsor di Maglia della Nazionale italiana di rugby maschile e della Nazionale Under 20 per l’intera durata del Sei Nazioni, il cui inizio è in programma il 5 febbraio 2022.

“Il mondo che cambia, compreso quello del rugby, ci impone di strutturare la nostra Federazione per affrontare al meglio le sfide che il futuro ci porrà di fronte, dentro e fuori dal campo. Una struttura dinamica, tecnologicamente avanzata e capace di interagire agilmente con i propri tesserati ed i Club attraverso gli strumenti che scienza, tecnologia, informatica possono oggi metterci a disposizione. Il tutto ben ancorato alle nostre tradizioni e ai nostri valori. Gli investimenti online sono il fenomeno finanziario che sta incuriosendo ed interessando tutti e siamo entusiasti di poter accogliere nella grande famiglia del rugby italiano una realtà come Bitpanda, che come noi ha un preciso ed importante programma di sviluppo nei nostri rispettivi ambiti internazionali. Sono certo che il prossimo Sei Nazioni permetterà ad entrambi di continuare a costruire il futuro, insieme”, sottolinea il Presidente della Fir, Marzio Innocenti, dando il benvenuto a Bitpanda come main sponsor della Fir e dell’Italia per il Guinness Sei Nazioni 2022.

“Fir è sempre attenta alle tendenze commerciali ed alla ricerca di partner che condividano la nostra visione di un rugby italiano in grado di dialogare con crescente efficacia con le nuove generazioni e di mantenersi costantemente al passo con l’evoluzione del contesto sociale -afferma Carlo Checchinato, Direttore Commerciale della Federazione Italiana Rugby-. Bitpanda è una realtà che ha saputo emergere nel settore degli investimenti ponendosi come riferimento in Europa e nel mondo e confidiamo di poter intraprendere insieme un lungo percorso”.

La partnership offre a Bitpanda una piattaforma formidabile per raggiungere non solo il pubblico italiano, ma anche un target più ampio di milioni di appassionati di rugby in tutto il mondo.

“Noi di Bitpanda vogliamo sparigliare le carte nel mondo degli investimenti -dichiara Orlando Merone, Country Manager di Bitpanda Italia-. E lo stesso vuole fare la Federazione Italiana Rugby nello sport. Siamo felici di diventare Main Partner e Sponsor di Maglia della F.I.R. per la Nazionale maggiore e per quella Under 20 in occasione del Sei Nazioni 2022: un’opportunità unica per far conoscere sempre più il nostro brand e la nostra offerta in Italia e nel mondo. Il rugby ruota attorno a valori quali integrità, rispetto delle regole e disciplina. Lo stesso vale per noi. Auguriamo una continua crescita ed ogni successo futuro alla Nazionale maggiore e alla Nazionale Under-20 di rugby.”

Fondata nel 2014 come piattaforma per vendere e comprare criptovalute, Bitpanda è cresciuta ed è ormai profittevole da cinque anni. La piattaforma di investimento si è costantemente evoluta e oggi offre una vasta gamma di asset digitali: bitcoin, criptovalute, azioni frazionarie, ETF, metalli preziosi. La crescita di Bitpanda testimonia quanto sia diventato comune l’investimento retail e quanto sempre più gli investitori vogliano prendere le redini dei propri investimenti. Meno di sette mesi dopo l’ingresso nel mercato italiano, Bitpanda ha aperto l’ufficio di Milano e continua a rafforzare il team locale.

Iv: Faraone, ‘benvenuta Evangelista, nostra famiglia si allarga’

Roma, 20 gen. (Adnkronos) – “Il gruppo al Senato e la comunità di Italia Viva danno un caloroso benvenuto a Elvira Evangelista che da oggi arriva ad arricchire la nostra squadra. Italia Viva si conferma un approdo naturale per i riformisti”. Così in una nota il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone.

AXA Italia è Top Employer 2022

(Adnkronos) –

– Per il secondo anno consecutivo il Gruppo AXA Italia ottiene il prestigioso riconoscimento di Top Employer.

– Alla base della certificazione, politiche di gestione risorse umane eccellenti, centralità del benessere dei collaboratori a 360°, programmi di formazione e welfare all’avanguardia, una cultura basata su Inclusion e Diversity e strategie CSR distintive sul mercato.

– Giacomo Gigantiello, CEO AXA Italia: “Questa certificazione ci stimola ulteriormente a proseguire nel percorso avviato da anni e basato sulla convinzione che il successo di un’impresa parta dal mettere al centro le persone che la compongono. Abbiamo costruito una cultura basata su principi di empatia, ascolto, dialogo, rispetto e gentilezza, che sono alla base dell’empowerment”.

– Simone Innocenti, Direttore HR e Organization del Gruppo AXA Italia: “In un periodo senza precedenti abbiamo continuato ad investire ogni giorno per offrire alle nostre persone un ambiente di lavoro inclusivo ed energizzante”.

Milano, 20 gennaio 2022

AXA Italia è Top Employer per il secondo anno consecutivo, grazie ad una strategia dove la centralità e il benessere delle proprie persone è da sempre un elemento fondante in linea con la ragion d’essere del Gruppo, incentrata sul proteggere ciò che conta, prima tra tutte la sua comunità di collaboratori.

Ne sono prova le numerose iniziative messe in campo in ogni ambito di gestione delle risorse umane. Da un modello distintivo di smart working, introdotto già a partire dal 2016 e oggi sempre più incentrato sul concetto di obiettivi da raggiungere e di condivisione fra team, alle numerose iniziative di People care, orientate a garantire un benessere a 360° e un pieno equilibrio tra vita privata e vita professionale.

Per citare qualche esempio di iniziative a supporto dell’equilibrio psicofisico: un numero verde di assistenza psicologica H24, uno sportello virtuale di counselling per superare eventuali situazioni di difficoltà o di qualsiasi disagio, webinar interattivi sull’allenamento della resilienza, contenuti video da fruire on demand sulla gestione delle emozioni e appuntamenti settimanali con wellness classes virtuali, animate da trainer esperti per aiutare a stabilire una nuova routine quotidiana.

Sul fronte della formazione e della cultura digitale, sono stati lanciati percorsi di learning dedicati all’intera popolazione aziendale con un catalogo di oltre 15.000 corsi fruibili su Linkedin Learning, programmi per i manager sulle competenze di leadership e la gestione delle complessità, una Climate Academy per tutti i collaboratori con percorsi di formazione e sensibilizzazione su Clima e Ambiente e infine partnership con le più prestigiose università italiane sul mondo digital e Big Data. Un esempio recente è il percorso “Mastering Data for Insurance”, avviato poche settimane fa in collaborazione con SDA-Bocconi per approfondire e diffondere in tutte le funzioni aziendali competenze specifiche sull’utilizzo consapevole dei dati in ottica di innovazione e di centralità del cliente.

Sul fronte del welfare, il Gruppo AXA Italia mette a disposizione dei propri collaboratori una delle offerte più ampie del mercato permettendo di scegliere soluzioni diversificate in base agli specifici bisogni e secondo il proprio stile di vita. Tra i servizi offerti, numerose opportunità di supporto allefamiglie (babysitting, cura degli anziani, consulenze nutrizionali, osteopatia a domicilio), che si aggiungono ad un bouquet di soluzioni in grado di soddisfare qualunque tipo di esigenza e ad una protezione sanitaria tra le migliori del mercato.

In ambito inclusion e diversity, alla forte attenzione alla gender parity che si traduce in una leadership al femminile sempre più diffusa (le donne rappresentano il 46% dei dipendenti, il 54% dei millennial, il 42% del Management committee), si aggiungono numerose iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento dei collaboratori per promuovere un ambiente di lavoro inclusivo a 360° in cui tutte le diversità vengono valorizzate.

Un fronte quello dell’inclusion, su cui il Gruppo AXA ha dato prova di grande livello di maturità e consapevolezza lanciando di recente una Inclusion Survey, che in Italia ha avuto risultati di partecipazione eccezionali.

Centrale tra le motivazioni alla base della certificazione, è sicuramente anche la strategia di CSR che contraddistingue la filiale italiana del Gruppo: AXA è impegnata a favorire la transizione energetica con progetti all’avanguardia sul fronte della sostenibilità e dell’ambiente e si è data l’obiettivo di abbattere del 20% la propria carbon footprint entro il 2023.

A livello globale sono stati destinati 1,5 miliardi alla riforestazione e a livello locale, con il progetto ForestaMi, sono stati piantumati oltre 370 alberi e dedicate oltre 300 ore di formazione all’Ocean Literacy, in collaborazione con Worldrise e Unesco. Infine, AXA Italia è fortemente impegnata a portare un contributo positivo su grandi tematiche sociali, quali l’inclusione, anche grazie all’Associazione di volontariato Cuori in Azione.

“Questa certificazione – dichiara Giacomo Gigantiello, CEO AXA Italia – ci stimola ulteriormente a proseguire nel percorso avviato da anni e basato sulla convinzione che il successo di un’impresa parta dal mettere al centro le persone che la compongono. Abbiamo costruito una cultura basata su principi di empatia, ascolto, dialogo, rispetto e gentilezza, che sono alla base dell’empowerment. Ognuno in AXA, viene messo nelle condizioni di realizzare al meglio il proprio potenziale e se abbiamo raggiunto questo traguardo è grazie al lavoro di tutti i nostri collaboratori, e sempre grazie a loro siamo riconosciuti come un’Azienda innovativa, in grado di raggiungere grandi obiettivi e servire ogni giorno al meglio i nostri clienti”.

“In un periodo senza precedenti – prosegue Simone Innocenti, Direttore HR e Organization del Gruppo AXA Italia – abbiamo continuato ad investire ogni giorno per offrire alle nostre persone un ambiente di lavoro inclusivo ed energizzante. Abbiamo messo al centro il benessere psicofisico di ognuno grazie a un modello di smart working all’avanguardia che consente la massima flessibilità lavorativa; abbiamo costruito nuovi modelli formativi per promuovere lo sviluppo delle nuove competenze chiave e ampliato l’offerta welfare per andare incontro alle esigenze individuali. Questa certificazione è la prova che il percorso intrapreso è quello giusto.”

Per ulteriori informazioni consultare il sito internet: www.axa.it

Covid: Fiorini (Lega), ‘ok odg dl super green pass su corridoi per settore fiere ‘

Roma, 20 gen. (Adnkronos) – “Evitare nuovi danni ingenti al settore fieristico. Bene l’approvazione del nostro odg al decreto super green pass, a mia prima firma, che impegna il governo a valutare la possibilità di attivare corridoi per consentire anche a operatori nazionali e internazionali vaccinati con vaccini non riconosciuti da Ema di partecipare alle fiere in Italia seguendo protocolli specifici”. Così, in una nota, la deputata della Lega Benedetta Fiorini, segretario della commissione Attività produttive.

“Inoltre – continua la deputata – a prevedere ristori per gli organizzatori di fiere ed eventi che dovessero risultare cancellati o fortemente penalizzati da limitazioni all’accesso. Ricordiamo che il sistema fieristico è il comparto che ha sofferto l’emergenza più di tutti, con un calo del fatturato di circa il 70 per cento nel 2020 e del 95 per cento nel primo semestre del 2021. Occorre assolutamente tutelare e sostenere un settore produttivo fondamentale e necessario per la competitività del Made in Italy, del nostro export e dell’indotto per le nostre città legato al turismo”.

A Qvc Italia la certificazione Top employers 2022

Roma, 20 gen. (Adnkronos/Labitalia) – Qvc Italia ha ottenuto la certificazione Top employers 2022. È il secondo anno consecutivo che il player di riferimento dello shopping multicanale riceve tale riconoscimento: una conferma dell’eccellenza del suo modello di business che pone al centro di tutto il team member e le sue esigenze; utilizzando un approccio bottom-up che lo coinvolge nei processi strategici e decisionali.

La certificazione Top employers, attribuita dal Top employers institute, premia l’eccellenza nelle strategie e nelle politiche riguardanti la gestione delle Risorse Umane e nel 2022 è stata assegnata a un ristretto numero di aziende virtuose: 131 in Italia e 1.857 complessivamente in 123 Paesi nel mondo. Qvc Italia si conferma così tra le imprese che garantiscono le migliori condizioni di lavoro, valutate in base a numerosi parametri che vanno dai benefit alle opportunità di formazione fino alle prospettive di crescita professionale e personale per ogni membro del team.

“Ottenere questa certificazione anche nel 2022 – sottolinea Anna Specchia, director people lead di Qvc Italia – è per noi non solo una dimostrazione della validità di quanto fatto finora, ma soprattutto uno stimolo a continuare a lavorare in questa direzione, mettendo il benessere e la valorizzazione delle Risorse Umane al centro delle nostre strategie. Ciò assume ancora più valore nel contesto davvero particolare creato dalla pandemia: davanti a una realtà in continuo mutamento e spesso imprevedibile diventa imprescindibile chiedersi ogni giorno quanto ancora possiamo fare e se gli approcci, i processi e le modalità organizzative scelti siano adeguati al momento attuale. Così come proponiamo ai nostri utenti un modello diverso di shopping, che sia portatore anche di precisi valori, anche internamente il nostro impegno quotidiano mira a trovare soluzioni che rendano Qvc il luogo ideale dove sentirsi autenticamente se stessi, in un ambiente concretamente inclusivo e stimolante”.

Tra i valori di Qvc Italia la promozione di un ambiente inclusivo è uno dei principali. Concretamente l’impegno di Qvc Italia si traduce in iniziative specifiche e continue che hanno un impatto tanto internamente quanto all’esterno.

Tra queste ci sono i ‘team member resource group’, gruppi formati da team member di Qvc Italia di qualsiasi funzione che si occupano di tematiche specifiche in ambito diversity, equity e inclusion. È un approccio che dal basso promuove iniziative inclusive significative e puntuali per Qvc Italia e che influenza anche il business. Sono stati identificati alcuni macrotemi: dalla promozione della multiculturalità alla lotta agli stereotipi basati sul genere, dalla rimozione delle barriere fisiche e sociali che coinvolgono le persone con disabilità, all’espressione dell’orgoglio della comunità Lgbtq+.

Ognuno di questi gruppi porta avanti un progetto che utilizza diversi strumenti: incontri di formazione e sensibilizzazione, eventi, campagne di comunicazione e molto altro. E tutti sono accomunati dalla volontà di promuovere un cambiamento culturale profondo e rendere l’ambiente di lavoro ancora più inclusivo e capace di ispirare senso di appartenenza a ciascun team member. Tra i primi progetti è previsto l’avvio di tirocini professionali dedicati a tirocinanti con disabilità con l’obiettivo di potenziarne l’identità professionale, sviluppando nuove competenze spendibili sul mercato del lavoro. L’impegno di Qvc Italia è di 5 anni, durante i quali i tirocinanti si svilupperanno professionalmente e, a sua volta Qvc Italia grazie al loro lavoro, potrà arricchirsi di nuove competenze.

Per Qvc Italia, inoltre, l’attenzione nella gestione delle Risorse Umane significa anche assicurare a ogni membro del team la piena trasparenza sul posizionamento del proprio ruolo all’interno del contesto aziendale e sulle possibili evoluzioni future sia in termini di sviluppo che di crescita professionale. Per questo ha creato una nuova metodologia di classificazione dei ruoli, collegata a una struttura retributiva ben definita. Si tratta di un sistema di mappatura che, sulla base di parametri oggettivi e comuni tra i vari paesi, garantisce a ogni lavoratore di conoscere con precisione la propria posizione all’interno del nuovo sistema di grading e i criteri in base ai quali tale collocazione è stata definita e può evolversi. In modo da offrire pure un’affidabile immagine delle proprie prospettive future su cui impostare le successive scelte di carriera.

Un meccanismo che anche a livello retributivo permetterà, grazie al sempre maggiore livello di trasparenza che adotterà con i propri membri del team, di comparare la propria situazione nell’ambito del mondo Qvc e rispetto al mercato esterno, per incoraggiare e trattenere i migliori talenti e favorire anche la mobilità sia all’interno dell’organizzazione sia verso le altre sedi internazionali Qvc.

Tutto questo si affianca alla costante attenzione di Qvc Italia per le nuove modalità di lavoro flessibile emerse in risposta ad una situazione emergenziale e che ora possono trovare una collocazione permanente nelle modalità lavorative del Gruppo. Per questo l’azienda si impegna a offrire al suo team, che oggi conta quasi 500 persone (con un 63% di donne), una flessibilità garantita da un sempre maggiore equilibrio tra metodologie di home working efficienti e la presenza fisica negli uffici. Utilizzando la sperimentazione “forzata” per costruire una team member experience in costante evoluzione.

**Calcio: Venezia, 10 nuovi membri del gruppo squadra positivi al covid, totale sale a 14**

Venezia, 20 gen. (Adnkronos) – Il Venezia FC ha comunicato che “oltre ai casi fatti registrare in data 15 gennaio, durante i test eseguiti quotidianamente dal gruppo squadra negli ultimi giorni, sono emerse 10 positività al Covid 19. In totale sono quindi 14 i positivi nel gruppo squadra”, spiega il club. “Informate le autorità sanitarie competenti, i tesserati sono stati prontamente posti in isolamento secondo le attuali normative e seguiranno le procedure previste dal protocollo sanitario”.

Terremoto in Calabria, scossa 4.3 in provincia Vibo Valentia

(Adnkronos) – Un terremoto di magnitudo 4.3 è stato registrato alle 10.19 in provincia di Vibo Valentia. Secondo la stima dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il sisma è avvenuto nella zona Costa Calabra sud occidentale (Catanzaro, Vibo Valentia, Reggio di Calabria) ed è stato registrato ad una profondità di 10 km. Fra le zone più vicine all’epicentro Briatico e Pizzo Calabro, subito dopo Zambrone, Sant’Onofrio e Vibo Valentia. Ma la scossa è stata avvertita anche in alcune zone delle province di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria.

Lezioni sospese e scuole evacuate in molte zone della regione: il sisma, che ha avuto come epicentro la provincia di Vibo Valentia, è stato avvertito in larga parte della Calabria. Non si registrano feriti né danni alle cose. A Lamezia Terme è stato temporaneamente interrotto anche il processo Rinascita-Scott, in corso nell’aula bunker. La scossa ha provocato paura fra la gente, che in molte zone, non solo dove si è registrato l’epicentro del sisma, si è precipitata in strada dai loro uffici.

**Bce: de Guindos, ‘oggi meglio preparati a crescita npl post-pandemia’**

Roma, 20 gen. -(Adnkronos) – “Sono sicuro che lo sforzo coordinato” portato avanti negli ultimi anni “ci rende meglio preparati per affrontare una crescita degli npl nella fase post pandemica”. Lo sottolinea il vicepresidente della Bce Luis de Guindos, in un dibattito online organizzato dal think tank Bruegel, ricordando come oggi “la tecnologia ci mette a disposizione sistemi per identificare la crescita dei prestiti non performanti” già in una fase iniziale.

Anche se questo – riconosce – “non significa che abbiamo trovato una soluzione” per impedire il ripetersi di problemi come quelli che hanno colpito diversi paesi dell’Europa meridionale dopo la grande crisi finanziaria.

**Corruzione: Montante bis, ex assessore Venturi chiede di costituirsi parte civile**

Palermo, 20 gen. (Adnkronos) – C’è anche l’ex assessore regionale siciliano Marco Venturi tra i 15 che hanno chiesto al gup di Caltanissetta di costituirsi parte civile nel caso di rinvio a giudizio nell’ambito del procedimento sul cosiddetto ‘Montante bis’. L’udienza preliminare è stata rinviata al prossimo primo febbraio per un difetto di notifica. Tra gli altri quindici che chiedono la costituzione di parte civile spicca anche il nome di Alfonso Cicero, ex presiente Irsap. I due da ex amici di Montante si sono trasformati nei sui due più grandi accusatori. “Dopo la notizia del febbraio 2015 sull’indagine di mafia a carico di Antonello Montante, io e Alfonso Cicero avevamo compreso che Montante era molto pericoloso in quanto, diversi pentiti, lo avevano accusato di essere organico a «Cosa nostra» sin dagli anni ’90. Anche altri fatti inquietanti successivi evidenziarono la sua pericolosità”, aveva detto Venturi deponendo in aula.

Secondo l’accusa, Venturi e Cicero sono stati i due grandi accusatori del sistema Montante e per questo bisognava “minare la loro attendibilità in relazione alle dichiarazioni già rese alla Procura della Repubblica di Caltanissetta sul conto di Montante”. Per raggiungere il suo obiettivo Montante avrebbe pure fatto nominare commissario dell’Irsap Mara Grazia Brandara assieme a cui cercarono di screditare la gestione di Cicero. C’è anche la Camera di commercio di Caltanissetta che chiede di costituirsi parte civile., oltre alla Regione siciliana, e ancora l’ingegner Pietro DI Vincenzo e l’imprenditore Salvatore Moncada.

La Procura ha chiesto il processo per l’ex presidente di Confindustria in Sicilia Antonello Montante, dell’ex governatore Rosario Crocetta, degli ex assessori regionali alle Attività produttive, e agrigentina Mariella Lo Bello e Linda Vancheri, dell’ex presidente di Sicindustria Giuseppe Catanzaro (imprenditore di Siculiana), dell’imprenditore Rosario Amarù, dell’ex commissario dell’Irsap Maria Grazia Brandara (attuale sindaco di Naro), dell’ex capo centro della Dia di Palermo Giuseppe D’Agata, dell’ex capo della Dia Arturo De Felice, del capo della sicurezza di Montante, Diego Di Simone Perricone, del vice questore in servizio allo scalo di Fiumicino Vincenzo Savastano, dell’ex capo centro della Dia di Caltanissetta Gaetano Scillia, e dell’imprenditore Carmelo Turco. Per gli inquirenti Montante avrebbe gestito un giro di corruzioni e avrebbe manovrato l’ex governatore Crocetta, i due assessori, burocrati e investigatori di alto profilo

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl