app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Addio a O.J.Simpson, attore e stella del football americano

O.J.Simpson, stella del football americano noto anche per le sue vicende giudiziarie controverse, è morto a 76anni per un grave forma di tumore alla prostata

|

Addio a O.J.Simpson, attore e stella del football americano

O.J.Simpson, stella del football americano noto anche per le sue vicende giudiziarie controverse, è morto a 76anni per un grave forma di tumore alla prostata

|

Addio a O.J.Simpson, attore e stella del football americano

O.J.Simpson, stella del football americano noto anche per le sue vicende giudiziarie controverse, è morto a 76anni per un grave forma di tumore alla prostata

|
|

O.J.Simpson, stella del football americano noto anche per le sue vicende giudiziarie controverse, è morto a 76anni per un grave forma di tumore alla prostata

Come si spiega ai più giovani chi è stato OJ Simpson, a 30 anni da quel folle inseguimento in puro stile Miami Vice a bordo di una Ford Bronco bianca sulle highway di Los Angeles che tenne l’America con il fiato sospeso, con punte di 95 milioni di spettatori, pareggiando quasi l’audience medio del Super Bowl. Da qualche ora si è saputo della morte di uno dei più controversi personaggi dello sport mondiale di sempre, che ha saputo in ogni caso tagliare a fette in due un paese – gli Stati Uniti – che erano ancora più divisi e infuocati sulla questione razziale. Anche più di ora che le tv fumano per i commenti sull’ennesimo caso di violenza delle forze dell’ordine ai danni di un afroamericano. 

“Il suo fu definito dagli americani “il processo del secolo”: Simpson era stato accusato di aver ucciso la sua ex moglie Nicole Brown e il suo amico, Ronald Goldman, dopo anni è stato scagionato per mancanza di prove. Erano addirittura in 107 milioni gli americani che videro in tv l’esito di quel lungo e mediatico processo. L’evento è stato di tale portata che meno di una decina di anni fa fu prodotta una serie tv, a distanza di diversi anni dall’accaduto. 

“L’assassino più innocente del mondo” lo ribattezzò l’attore Bill Murray. Non colpevole sul piano penale, responsabile su quello civile con risarcimento milionario – mai saldato, dichiarò infatti bancarotta – ai familiari delle vittime, OJ riuscì, decenni prima dell’arrivo dei social, a catturare in modo morboso l’interesse minuto per minuto di giornali e tv, tra colpevolisti –  soprattutto bianchi – e innocentisti, specie tra gli afroamericani, che infilarono la sua difesa d’ufficio dall’accusa di omicidio nel filone della lotta pacifica contro la persecuzione razziale ai danni di un nero da parte della polizia. Lo stesso sentimento che avrebbe portato, venti anni dopo, alla nascita del movimento Black Lives Matter. Eventi di ieri che somigliano sinistramente a quelli di oggi.

Simpson ha conosciuto poi abbastanza a lungo il carcere diversi anni dopo, nel 2008, condannato a 33 anni per rapina a mano armata e sequestro di persona. Una sentenza sproporzionata e riparatrice, secondo una fetta dell’opinione pubblica americana. È stato poi liberato nel 2017 e sottoposto al regime di libertà vigilata. E’ stato un campione, anzi un fenomeno.

Era “the Juice” all’epoca della grandezza assoluta con i San Francisco 49ers. È stato il miglior giocatore della Nfl, era diventato anche un attore. Parimenti è stato un dannato, un violento, uno di quelli che si è perso dietro la ricchezza, la fama. E che ora, forse, ha davvero posto la parola fine al processo del secolo.

di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Bersagli, la guerra asimmetrica tra Russia e Ucraina

28 Maggio 2024
Da subito i russi hanno colpito prevalentemente bersagli civili in territorio ucraino. Agli ucra…

Strage a Gaza, Netanyahu ammette la tragedia

28 Maggio 2024
A Gaza, ieri, l’ennesima strage di civili. Netanyahu ha riconosciuto che si è trattato di un “tr…

Almeno 45 morti durante un raid israeliano su Rafah, Netanyahu: “Un tragico incidente di cui rammaricarsi”

27 Maggio 2024
“Un tragico incidente di cui rammaricarsi”. Con queste parole il premier israeliano Benjamin Net…

Morto l’attore Johnny Wactor: ucciso durante rapina

27 Maggio 2024
Johnny Wactor, noto come Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso durante…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI