app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app
  • Home
  • Esteri
  • Poté più il contratto che il giudizio

Poté più il contratto che il giudizio

A seguito della vicenda di molestie sessuali, l’attore Kevin Spacey dovrà risarcire con 30 milioni di euro la produzione di House of Cards. A stabilirlo non un Tribunale ma una clausola del suo contratto.

|

L’attore statunitense Kevin Spacey dovrà pagare oltre 30 milioni di dollari alla società di produzione della serie “House of Cards” che lo vedeva protagonista. Un risarcimento per i danni causati dal licenziamento avvenuto in seguito alle accuse rivoltegli nel 2017 da Anthony Rapp, suo collega. Nel contratto dell’attore era stata probabilmente inclusa una clausola di salvaguardia.

La vicenda è nota: nel periodo boom del #MeToo Rapp accusò Spacey di averlo molestato quando aveva 14 anni. Accuse che hanno di fatto demolito la carriera del premio Oscar e portato la casa di produzione della popolare serie televisiva a decidere di licenziarlo e cancellare il suo personaggio. Con tutti i danni che ne sono conseguiti, stando ai produttori che si sono rivolti a un arbitrato e hanno ora ottenuto di essere risarciti. Tutta la vicenda si è svolta ben lontano dalle telecamere, sfruttando un metodo di risoluzione delle controversie ampiamente usato negli Stati Uniti anche perché ben più rapido di una causa civile. Da noi pochi vi fanno ricorso, preferendo le vie lunghe e dilatorie del Tribunale.

Nonostante gli scandali e il licenziamento dalla serie televisiva, secondo la rivista “People With Money” Kevin Spacey resterebbe comunque l’attore più ricco al mondo: tra ottobre 2020 e ottobre 2021 ha guadagnato 45 milioni di dollari e detiene un patrimonio di circa 145 milioni. Merito di investimenti in campi differenti dal quello del cinema: profumi, ristoranti e anche una squadra di calcio.

 

di Gaia Bottoni

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl