app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
The Holdovers

“The Holdovers”, lezioni di vita nella neve

Uscito nelle sale statunitensi lo scorso novembre, “The Holdovers – Lezioni di vita” è arrivato da noi insensatamente a gennaio
|

“The Holdovers”, lezioni di vita nella neve

Uscito nelle sale statunitensi lo scorso novembre, “The Holdovers – Lezioni di vita” è arrivato da noi insensatamente a gennaio
|

“The Holdovers”, lezioni di vita nella neve

Uscito nelle sale statunitensi lo scorso novembre, “The Holdovers – Lezioni di vita” è arrivato da noi insensatamente a gennaio
|
|
Uscito nelle sale statunitensi lo scorso novembre, “The Holdovers – Lezioni di vita” è arrivato da noi insensatamente a gennaio

Cosa avrebbe fatto Holden Caulfield se, invece di essere cacciato dalla Pencey, fosse rimasto nella sua scuola in Pennsylvania durante le vacanze di Natale? È quello che devono aver pensato lo sceneggiatore David Hemingson e il regista Alexander Payne mentre realizzavano “The Holdovers – Lezioni di vita”. In realtà, la parola holdovers (che non a caso al suo interno ha un velato richiamo a Holden) significa “residui”, “restanti”, “coloro che vengono trattenuti”. Proprio come i protagonisti di questa storia.

New England, 1970. È il 15 dicembre e alla prestigiosa Burton Academy finiscono le lezioni. L’ultima campanella suona nella classe di Paul Hunham (Paul Giamatti), insegnante di lettere classiche inviso agli alunni per la sua severità e per l’intransigenza, ma anche al preside per aver bocciato il figlio di un senatore senza avergli mostrato un necessario occhio di riguardo. Per punizione sarà Hunham a supervisionare chi rimarrà a scuola durante le vacanze. Mentre quasi tutti i ragazzi tornano infatti dalle loro famiglie, in quattro sono costretti a passare le feste nell’istituto, per diversi motivi: chi ha i genitori in Asia, chi non è ben voluto, chi per ‘disobbedienza civile’ non si vuole tagliare i capelli mettendo a rischio una promessa settimana bianca. A loro si aggiunge un quinto studente: Angus Tully (Dominic Sessa), adolescente riottoso ma dolce e intelligente a cui la madre ha fatto sapere all’ultimo che andrà in luna di miele col nuovo marito.

La neve cade, la Burton si svuota. Rimangono i cinque ragazzi con il professor Hunham e Mary Lamb (Da’Vine Joy Randolph), cuoca del collegio che da poco ha perso il figlio in Vietnam. Pochi giorni dopo un elicottero vibra nel cielo: i ricchi genitori del ‘disobbediente civile’ lo prendono e invitano gli altri ‘residui’ in montagna con loro. Brevi chiamate coi genitori, valigie e bye bye. Soltanto la mamma di Angus è irraggiungibile, così sarà costretto a rimanere alla Barton con Hunham e Mary. Tre solitudini che si incontrano.

Uscito nelle sale statunitensi lo scorso novembre, “The Holdovers – Lezioni di vita” arriva da noi insensatamente a gennaio. Soltanto due mesi, sufficienti però per cambiare la percezione di un film ambientato a Natale. Il prossimo 11 marzo sarà in corsa per gli Oscar, candidato a più categorie: miglior film, miglior attore (Giamatti), miglior attrice non protagonista (Randolph), miglior sceneggiatura originale e miglior montaggio (Kevin Tent). Proprio il montaggio – con le sue frequenti dissolvenze, come la neve che scende piano ai bordi strade e le intermittenti luci natalizie – rende l’opera esteticamente suggestiva e molto evocativa. Creata ad hoc per essere nostalgica, con una sapiente miscela di emozioni, luci, dialoghi e vicende che si conoscono da sempre. Ma che un angolo della mente pensa di percepire come se fosse davvero la prima volta.

di Edoardo Iacolucci

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

“Muschio Selvaggio” è di Luis Sal, non di Fedez. La clausola della “roulette russa”

“Il tribunale di Milano decide su ‘Muschio Selvaggio’: è di Luis Sal”. Continua la battaglia lega…

Gueppecartò e il concerto a Milano per i 20 anni di carriera

I Gueppecartò saranno in concerto il 17 marzo all’Arci Biko Milano con 20, un evento speciale per…

Past Lives, l’amore pensato di vite passate

“Past Lives” è ora nelle sale italiane ed è candidato a due premi Oscar, per il miglior film e la…

Tomaso Trussardi risponde a Chiara Ferragni: “Offensivo dire che non mi conosce”

Tomaso Trussardi non è certo uno che abbiamo visto mai alzare i toni; questa volta deve essersi d…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI