app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
atletica

Grande Italia e se l’argento è una delusione…

Ancora medaglie. Ancora emozioni per l’atletica italiana. E stasera tocca a Gimbo Tamberi con la finale del salto in alto

|

Grande Italia e se l’argento è una delusione…

Ancora medaglie. Ancora emozioni per l’atletica italiana. E stasera tocca a Gimbo Tamberi con la finale del salto in alto

|

Grande Italia e se l’argento è una delusione…

Ancora medaglie. Ancora emozioni per l’atletica italiana. E stasera tocca a Gimbo Tamberi con la finale del salto in alto

|
|

Ancora medaglie. Ancora emozioni per l’atletica italiana. E stasera tocca a Gimbo Tamberi con la finale del salto in alto

Ancora medaglie. Ancora emozioni. E stasera tocca a Gimbo Tamberi con la finale del salto in alto questa sera (ore 20.35), da cui ci si attende l’ennesimo oro, anche perché il boom dell’atletica italiana è partito da quei 10 folli, meravigliosi minuti del doppio oro a Tokyo 2020, tra lo stesso Tamberi e Jacobs, che hanno girato la chiave del paradiso azzurro. Intanto, per ora dobbiamo solo contare le medaglie e cantare l’inno di Mameli: deve essere l’atmosfera dell’Olimpico (anche con buona parte degli spalti vuoti) o i Giochi di Parigi che si avvicinano, ma il sogno continua. Ieri sera Sara Fantini ha vinto l’oro nel lancio del martello. A Monaco di Baviera due anni fa aveva centrato il bronzo, in casa ha fatto ancora meglio, segnando il miglior tempo stagionale e allungando l’elenco dei vincitori azzurri, con il nostro paese che sta dominando il medagliere.

E poco dopo, ecco Filippo Tortu: secondo nei 200 metri maschili, facendo però segnare un tempo meno veloce (20’41, ieri ha stampato un promettente 20’14) rispetto alla semifinale vinta in carrozza. E’ uno che non mente a se stesso, Tortu. Si aspettava l’oro, lo attendevamo anche noi per rivederlo al livello più alto anche nelle prove individuali. In ogni caso, Tortu con l’argento migliora il bronzo agganciato due anni fa a Monaco di Baviera. Il conto del medagliere continua a salire: sono 17 metalli, di cui otto d’oro. La nazionale – multietnica – italiana è una fuoriserie non solo a livello europeo, ma mondiale, con campioni disseminati nella velocità, nella marcia, nel salto in lungo, nel peso, nel martello. E’ un esempio, tra talento e lavoro, dell’Italia di oggi e di domani. Se durasse questo sogno fino ai Giochi di Parigi..

di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Italia-Albania 2-1, buona la prima per gli azzurri

15 Giugno 2024
Gli azzurri del ct Spalletti conquistano i 3 punti in un match iniziato in salita

Furia Osimhen, clamoroso sfogo social contro CT Nigeria!

15 Giugno 2024
Poco fa, Osimhen è intervenuto in diretta su Instagram, visibilmente furioso, rispondendo pubbli…

Spalletti deve riaccendere la luce

15 Giugno 2024
Spalletti comincerà oggi contro l’Albania la sua prima, vera prova alla guida della Nazionale

Europei di nuoto, doppio oro per l’Italia! Dario Verani e Barbara Pozzobon dominano nella 25 km

14 Giugno 2024
Nel giro di pochi minuti, due ori per l’Italia! Nella 25 km maschile trionfa Dario Verani. Nella…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI