app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Europei atletica

Europei atletica 2024, la miglior Italia di sempre

Il conto finale è di 24 medaglie. Con 11 ori. Incredibile.

|

Europei atletica 2024, la miglior Italia di sempre

Il conto finale è di 24 medaglie. Con 11 ori. Incredibile.

|

Europei atletica 2024, la miglior Italia di sempre

Il conto finale è di 24 medaglie. Con 11 ori. Incredibile.

|
|

Il conto finale è di 24 medaglie. Con 11 ori. Incredibile.

Ultima serata di medaglie degli Europei all’Olimpico. E onestamente è un peccato, perché tutta Italia si era abituata, al calar della notte, a festeggiare i metalli pesanti vinti dagli atleti azzurri, a quel clima festoso e vincente, ricco di sacrifici, umiltà e lavoro. E dunque, mostruoso oro della 4×100: Melluzzo, Jacobs, Patta, Tortu fanno 37.82, un tempo degno di sfidare ai Giochi la Giamaica, gli Stati Uniti, con Tortu che nell’ultima corsia ha fatto segnare 8.95 (8.84 a Tokyo 2020). Una prestazione meravigliosa, la degna conclusione di un’edizione forse irripetibile degli Europei.

Prima della 4×100 maschile, l’Olimpico ha idealmente saltato sulle spalle di Larissa Iapichino, medaglia d’argento nel lungo. Anche Larissa, come Gimbo Tamberi ieri, ha atteso l’ultimo balzo – il quinto – per piazzarsi in zona podio, ottenendo il risultato con tutta la pressione dello stadio, del padre allenatore (Gianni Iapichino). L’ultimo salto ha regalato l’argento che è un carburante speciale in vista dei Giochi di Parigi, dove dovrà scollinare oltre i sette metri (è arrivata a 6.94, la tedesca Assani, campionessa olimpica ha saltato 7.22) per ambire realmente alla zona medaglie. Prima del balzo argenteo di Iapichino, la nazionale azzurra si è attrezzata anche per le emergenze: nella 4×400 maschile Alessandro Sibilio, fantastico argento nei 400 ostacoli ieri, ha dovuto assentarsi alla partenza. Ma il quartetto composto da Luca Sito, Vladimir Aceti, Riccardo Meli e Edoardo Scotti ha centrato l’argento dietro al fenomenale Belgio del campione europeo Alexander Doom. Il premio è stato l’abbraccio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, circondato da altre figure istituzionali come il presidente del Senato, Ignazio La Russa, poi il ministro dello Sport, Andrea Abodi, il numero uno del Coni, Giovanni Malagò e altri ministri, mentre due file dietro si divertiva Gimbo Tamberi, il padrone dell’Olimpico. E dopo il balzo di Larissa, c’è anche l’inatteso podio nei 1500 di Pietro Arese, che ha raccontato a Mattarella di essere soprannominato “il presidente” nella squadra azzurra. L’ennesima prova che la nazionale azzurra vince o si piazza in quasi tutte le specialità, come mai è accaduto in passato. Il conto finale è di 24 medaglie. Con 11 ori. Incredibile.

di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Storie da baby fenomeni, storie per la Storia

14 Luglio 2024
Yamal contro Bellingham, la meglio gioventù del calcio europeo. È l’anticipo della prossima deca…

Grazie, Jasmine

13 Luglio 2024
Jasmine Paolini sconfitta in finale a Wimbledon. L’azzurra viene battuta dalla ceca Barbora Krej…

L’invenzione della pallina da tennis

13 Luglio 2024
Nel 1850 fece la sua comparsa sul mercato la prima pallina da tennis in gomma vulcanizzata, che …

Troppo Djokovic per Musetti, serbo in finale contro Alcaraz

12 Luglio 2024
Novak Djokovic, che ha già vinto 7 volte Wimbledon, vola in finale del torneo londinese dopo ave…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI