app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Etichette IA

Musica, le principali etichette contro servizi IA che generano musica

Le principali etichette musicali americane si sono scagliate contro i servizi di IA musicale Suno e Udio

|

Musica, le principali etichette contro servizi IA che generano musica

Le principali etichette musicali americane si sono scagliate contro i servizi di IA musicale Suno e Udio

|

Musica, le principali etichette contro servizi IA che generano musica

Le principali etichette musicali americane si sono scagliate contro i servizi di IA musicale Suno e Udio

|
|

Le principali etichette musicali americane si sono scagliate contro i servizi di IA musicale Suno e Udio

La Recording Industry Association of America (RIAA), rappresentando le principali etichette musicali statunitensi tra cui Sony Music, Warner Music e Universal Music, ha annunciato di aver intentato due cause per violazione del diritto d’autore contro i servizi di intelligenza artificiale musicale Suno e Udio. La RIAA accusa questi servizi di “violazione massiccia di registrazioni sonore protette da copyright, copiate e sfruttate senza autorizzazione da due piattaforme di generazione musicale multimilionarie.”

La RIAA chiede ai giudici di dichiarare ufficialmente che i due servizi hanno violato le registrazioni sonore protette da copyright delle case discografiche, emettere di conseguenza ingiunzioni che impediscano ai servizi di continuare a violare le suddette registrazioni in futuro e concedere risarcimenti per le violazioni già commesse.

“L’industria musicale ha abbracciato l’IA e stiamo già collaborando con sviluppatori responsabili per costruire strumenti di intelligenza artificiale sostenibili, incentrati sulla creatività umana che mettano al comando artisti e cantautori”, ha affermato il presidente e CEO della RIAA Mitch Glazier. “Ma possiamo avere successo solo se gli sviluppatori sono disposti a lavorare insieme a noi. “Servizi non autorizzati come Suno e Udio, che sostengono che sia ‘equo’ copiare l’opera di una vita di un artista e sfruttarla per il proprio profitto senza consenso o compenso, ostacolano la promessa di un’intelligenza artificiale realmente innovativa per tutti noi”.

di Federico Arduini

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Il Grande Blocco informatico spiegato da Pierluigi Paganini, docente di Cybersecurity

19 Luglio 2024
Aerei, treni, transazioni bancarie, connessioni, reti: tutto offline. Il blocco informatico nell…

La rabbia viene cancellata

14 Luglio 2024
Si chiama “Emotion-Canceling” e promette di rimuovere la rabbia dalla voce di chi parla. Il sist…

Le sfumature dell’avventura 

12 Luglio 2024
Nell’universo dei videogame pochi generi riescono a catturare l’immaginazione come quelli che co…

Internet e AI, questi sconosciuti

11 Luglio 2024
Quasi un italiano su 10 non ha mai usato internet in vita sua: non perché non ne abbia desiderio…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI