app-menu Social mobile

Inquadra e leggi gratis
La Ragione su app

Fedez, la verità sulla sua discesa in politica

Fedez non scenderà in politica. Lo avevano capito tutti eppure ne hanno parlato tutti, facendo finta di non capire. Una scelta acchiappa click, stando al rapper, che la dice lunga sullo stato dell’informazione italiana

|

Svelato il mistero, che poi tanto mistero non era: com’era prevedibile Fedez non scenderà in politica. Sembrava piuttosto ovvio che dietro il dominio acquistato nei giorni scorsi dal cantante “fedezelezioni2023″ non ci fosse alcuna aspirazione partitica ma solo una manovra pubblicitaria. Eppure sono stati diversi gli organi di stampa a cascarci, dando la notizia quasi per certa o come sottolineato dal rapper “c’è chi ha volutamente fatto finta di crederci”.

Così, nei giorni scorsi, sono fioccate le prime pagine dedicate a lui e alla moglie, con scenari differenti, alcuni dai risvolti apocalittici. Si è divertito Fedez, e tanto, nel constatare come sia stato facile prendere per il naso il cosiddetto estabilshment, gli opinionisti, i politici i e giornalisti che, sui giornali e nei talk show, hanno fatto a gara per commentare un’eventuale sua partecipazione alla res publica.

Sarebbe bastato verificare la data di scadenza del dominio (2022) per capire che un suo impegno politico era fuori discussione. “Stavo per implodere” ha commentato su Instagram, una volta rilasciato il video che fa il verso a quello realizzato da Silvio Berlusconi per promuovere Forza Italia. Vestito di tutto punto, un inedito Fedez in giacca e cravatta, chiarisce come dietro la storia del dominio ci sia semplicemente il lancio del suo nuovo disco, “Disumano”, che verrà promosso tramite una finta campagna elettorale.

Tra i tanti sassolini che si toglie dalla scarpa, il più granitico è quello indirizzato a Stefano Feltri, direttore de Il Domani, che in un editoriale aveva intimato maggiori controlli verso quegli influencer che collaborano con aziende come Amazon. Nelle stories, Fedez inquadra l’articolo del giornalista e gira poi il quotidiano a favore di telecamere, dove in un’ultima pagina c’è una pubblicità con in bella vista lo speaker di Alexa, prodotto Amazon.

di Ilaria Cuzzolin

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl