app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Paolo Bellini

Strage di Bologna, confermato l’ergastolo per Bellini

Confermato l’ergastolo per l’ex terrorista Paolo Bellini. Anna Pizzirani, vicepresidente dell’associazione delle vittime del 2 agosto 1980: “Non è finita”

|

Strage di Bologna, confermato l’ergastolo per Bellini

Confermato l’ergastolo per l’ex terrorista Paolo Bellini. Anna Pizzirani, vicepresidente dell’associazione delle vittime del 2 agosto 1980: “Non è finita”

|

Strage di Bologna, confermato l’ergastolo per Bellini

Confermato l’ergastolo per l’ex terrorista Paolo Bellini. Anna Pizzirani, vicepresidente dell’associazione delle vittime del 2 agosto 1980: “Non è finita”

|
|

Confermato l’ergastolo per l’ex terrorista Paolo Bellini. Anna Pizzirani, vicepresidente dell’associazione delle vittime del 2 agosto 1980: “Non è finita”

Sono state necessarie sei ore di camera di consiglio per emettere la sentenza contro Paolo Bellini, ex terrorista di Avanguardia Nazionale, nel processo sulla strage della stazione di Bologna del 2 agosto 1980. La Corte d’Assise d’Appello di Bologna, presieduta dal giudice Alberto Pederiali, ha confermato l’ergastolo per l’ex terrorista.

Bellini era accusato in concorso con gli ex Nar già condannati, Giusva Fioravanti, Francesca Mambro, Luigi Ciavardini e Gilberto Cavallini. E con Licio Gelli, Umberto Ortolani, Federico Umberto D’Amato e Mario Tedeschi, tutti morti e non più imputabili, ma ritenuti mandanti, finanziatori o organizzatori dell’attentato.

In quell’attentato di matrice neofascista – il più grave atto terroristico avvenuto nel nostro Paese nel secondo dopoguerra e da molti indicato come uno degli ultimi atti della strategia della tensione – furono uccise 85 persone e più di 200 rimasero ferite.

Questo è un tassello molto importante per confermare la verità che è emersa durante questi due gradi di giudizio. Non è finita, sappiamo benissimo che ci sarà il ricorso alla Cassazione, ma questo è un tassello importante per noi familiari delle vittime. Perché è la parola agli 85 che non possono parlare, questi sono i fatti, sappiamo chi sono stati i mandanti, sappiamo chi è stato. Cercheremo di non fermarci qui”, ha dichiarato Anna Pizzirani, vicepresidente dell’associazione delle vittime del 2 agosto 1980, subito dopo la sentenza.

Di Claudia Burgio

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Femminicidio di Lorena Quaranta, nessun ergastolo per il compagno: “era stressato dal Covid”

22 Luglio 2024
La corte di Cassazione annulla temporaneamente l’ergastolo perché il killer era probabilmente “s…

Gabbani sconfigge il Crowdstrike e vola dai suoi fan in Sardegna

21 Luglio 2024
Il grande blocco informatico globale ha colpito anche Francesco Gabbani, rischiando di far salta…

Roma: coppia gay aggredita a colpi di pugni e cinghiate dopo una serata LGBTQ+

19 Luglio 2024
L’aggressione brutale del branco contro una coppia gay lo scorso weekend a Roma, in zona Eur, ch…

Il più grande blackout informatico della storia

19 Luglio 2024
Aeroporti, banche, tv, supermercati e ospedali sono completamente in tilt in tutto il mondo a ca…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI