app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Draghi di fuoco

È evidente perché ieri il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, abbia indetto la conferenza stampa straordinaria sui vaccini. Al fianco del commissario straordinario all’emergenza, il generale Figliuolo, e del ministro della Salute, Speranza, il Capo del governo è intervenuto con una chiarezza quasi dura. Senza riuscire a nascondere preoccupazione e una certa dose di insofferenza per le polemiche di questi giorni.

|

Un’ondata di dubbi e paure è seguita alla tragedia della povera diciottenne ligure, vicenda sulla quale non ci stancheremo mai di chiedere silenzio e attesa dei risultati delle indagini. L’andamento della campagna vaccinale ne ha sofferto, proprio quando aveva raggiunto il suo culmine. Intervenire era necessario, perché Draghi ha intravisto il rischio di un devastante mix: una certa rilassatezza determinata dal crollo dei nuovi contagi, dei ricoveri e delle vittime, unita alla paura e i dubbi sul mix di vaccini, in attesa di indicazioni univoche dalla comunità scientifica.

Sullo sfondo, non dimentichiamolo mai, la necessità di tenere alta la tensione della pubblica opinione anche in prospettiva. Oggi, che abbiamo ancora quasi 3 milioni di over 60 non vaccinati (sacrosanta la rabbia di Figliuolo nei confronti delle Regioni, prontissime a far polemica, ma incapaci di intercettare chi sfugge al vaccino), dobbiamo già prepararci ai futuri richiami. Dovessimo cullarci nella pericolosa illusione di aver fatto tutto ciò che si doveva, sarebbe impossibile riportare ai centri vaccinali decine di milioni di persone, quando si sarà entrati nella fase di gestione di routine del virus.

Draghi, con la sua comunicazione secca e un linguaggio del corpo che non ha nascosto preoccupazione e fastidio, ha detto al Paese che sarebbe folle mollare adesso sul fronte dei vaccini e chiesto alla comunità scientifica indicazioni rapide e certe. Compreso sul non cruciale tema delle mascherine, che però appassiona tanto i partiti.

Non si scherza e, come ricordavamo ieri, non è finita: la nostra vita ritrovata resta aggrappata alla campagna vaccinale.

Oggi, ne scriviamo su La Ragione che trovate in edicola 0,50 €

di Fulvio Giuliani

 

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl