app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Alessandro preziosi legge Matteotti

Alessandro Preziosi legge l’ultimo discorso di Matteotti: è standing ovation

Nella giornata di celebrazione dei cento anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Alessandro Preziosi ha raccolto una lunga standing ovation alla Camera

|

Alessandro Preziosi legge l’ultimo discorso di Matteotti: è standing ovation

Nella giornata di celebrazione dei cento anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Alessandro Preziosi ha raccolto una lunga standing ovation alla Camera

|

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Ragione (@laragione.eu)

Alessandro Preziosi legge l’ultimo discorso di Matteotti: è standing ovation

Nella giornata di celebrazione dei cento anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Alessandro Preziosi ha raccolto una lunga standing ovation alla Camera

|
|

Nella giornata di celebrazione dei cento anni dalla morte di Giacomo Matteotti, Alessandro Preziosi ha raccolto una lunga standing ovation alla Camera

Nell’importante occasione odierna, giornata delle celebrazioni alla Camera per i cento anni dalla morte di Giacomo Matteotti, l’attore Alessandro Preziosi ha emozionato e incantato la platea raccogliendo uno standing ovation.

Dallo scranno che fu del deputato socialista e che non sarà mai più occupato, Alessandro Preziosi ha letto con trasporto l’ultimo discorso in cui Matteotti denunciò in Parlamento le violenze fasciste alle elezioni del 6 aprile del 1924 chiedendo che il voto venisse annullato.

“Voi dichiarate ogni giorno di volere ristabilire l’autorità dello Stato e della legge. Fatelo, se siete ancora in tempo; altrimenti voi sì, veramente, rovinate quella che è l’intima essenza, la ragione morale della Nazione“. E poi ancora: “Noi deploriamo invece che si voglia dimostrare che solo il nostro popolo nel mondo non sa reggersi da sé e deve essere governato con la forza. Ma il nostro popolo stava risollevandosi ed educandosi, anche con l’opera nostra. Voi volete ricacciarci indietro. Noi difendiamo la libera sovranità del popolo italiano al quale mandiamo il più alto saluto e crediamo di rivendicarne la dignità, domandando il rinvio delle elezioni inficiate dalla violenza alla Giunta delle elezioni”.

di Raffaela Mercurio

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Terzisti, né a destra né a sinistra

15 Giugno 2024
Ecco perché è patetico sentir dire che il ‘terzo polo’ ha ora bisogno di un nuovo federatore

Meloni: “Un onore presiedere il G7, è stato un successo”

15 Giugno 2024
Meloni ha toccato diversi temi chiave nella conferenza stampa a conclusione del G7. E sull’abort…

Voto e G7

15 Giugno 2024
Il risultato elettorale europeo e gli effetti sul vertice internazionale del G7 di Fasano, in pr…

Giovanni Toti resta ai domiciliari, rigettata l’istanza di revoca

14 Giugno 2024
Paola Faggioni, la giudice per le indagini preliminari, ha rigettato l’istanza di revoca degli a…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI