app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

La pandemia e quei numeri da spiegare

In Italia il numero dei morti da Covid è stato più alto di tutti gli altri Paesi d’Europa. Perché? Una falla nel conteggio, pare. Ma le domande dei cittadini esigono una risposta.
| ,

La pandemia e quei numeri da spiegare

In Italia il numero dei morti da Covid è stato più alto di tutti gli altri Paesi d’Europa. Perché? Una falla nel conteggio, pare. Ma le domande dei cittadini esigono una risposta.
| ,

La pandemia e quei numeri da spiegare

In Italia il numero dei morti da Covid è stato più alto di tutti gli altri Paesi d’Europa. Perché? Una falla nel conteggio, pare. Ma le domande dei cittadini esigono una risposta.
| ,
| ,
In Italia il numero dei morti da Covid è stato più alto di tutti gli altri Paesi d’Europa. Perché? Una falla nel conteggio, pare. Ma le domande dei cittadini esigono una risposta.
Sul tema Covid si scatenano da mesi le diatribe e le polemiche più feroci. C’è però un elemento inequivocabile, un dato oggettivo: in Italia il numero di morti è stato più alto che negli altri Paesi d’Europa. Bisogna quindi domandarsi il perché. Non basta sottolineare quanto la popolazione del nostro Paese sia in media più anziana di quella di altri Stati perché anche la Germania, che pur ha una grande fetta di popolazione over, ha registrato meno decessi a causa del virus. Da noi scendono i contagi ma si muore ancora tanto e se è vero che è l’ultimo dato a calare, è evidente che qualcosa non torni. Anche perché, mentre gli altri Paesi stanno allentando in modo netto le misure, noi procediamo più cauti e questo dovrebbe sortire un effetto. Diversi medici e virologi sostengono che il problema sia nel computo delle vittime: in sostanza negli ospedali italiani verrebbe classificato come morto per Covid anche chi è deceduto per altre patologie gravi, ma che era risultato positivo. Sostengono insomma che un computo differente porterebbe a numeri differenti. Se così fosse, stupisce che ancora a due anni dall’inizio della pandemia non si proceda con una modalità uniforme di registrazione dei dati. Altro tema può essere il fatto che dei cinque milioni di italiani non vaccinati quasi un milione e mezzo siano over 50 e quindi potenzialmente esposti alla forma severa della malattia. In ogni caso aiuterebbe, anche contro lo scetticismo residuo, che questi numeri venissero spiegati ai cittadini.   di Annalisa Grandi

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Il Papa si scusa sui seminaristi gay: “Non volevo offendere”

28 Maggio 2024
La Santa Sede comunica le scuse del Papa, anche se il termine denigrante e offensivo sembrerebbe…

Dilemmi: L’arma linguaggio e il bullismo etico

28 Maggio 2024
“Dilemmi” è una delle più intelligenti e ben costruite trasmissioni della Rai. Scegliere un dile…

La migliore amica degli amici a 4 zampe

28 Maggio 2024
È morta senza avere eredi e allora ha deciso di donare il 90% dei suoi averi (oltre 320mila euro…

Canzoni e verità scomode

28 Maggio 2024
La cantante Gaia, ospite inaugurale del Bicocca Music Festival, giunto alla terza edizione, ha d…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI