app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

“70-80% ictus evitabile con adeguati stili di vita”

2 Maggio 2023

(Adnkronos Salute) – L’ictus cerebrale, in Italia, colpisce ogni anno circa 185mila persone ed è fra le prime 3 cause di morte e la prima per invalidità talora permanente. Ma ben “il 70-80% dei casi potrebbero essere evitati seguendo adeguati stili di vita e curando le malattie o le condizioni predisponenti: alimentazione bilanciata, regolare attività fisica, astensione dal fumo, da droghe e dall’uso eccessivo di alcol, controllo della pressione arteriosa, dei livelli glicemici e dei grassi nel sangue, riconoscimento e trattamento di eventuale fibrillazione atriale rappresentano i cardini della prevenzione”. Lo ricorda il presidente della Società italiana di Neurologia (Sin), Alfredo Berardelli, facendo il punto su prevenzione e diagnosi precoce, in occasione dell’iniziativa ‘Aprile mese della prevenzione dell’ictus cerebrale’, realizzata da A.L.I.Ce. Italia Odv.

Il secondo aspetto fondamentale è dunque – secondo gli esperti – rappresentato dalla rapidità della diagnosi. “Una pronta diagnosi che consenta di iniziare tempestivamente trattamenti, efficaci solo se somministrati precocemente, è fondamentale”, commenta Mauro Silvestrini, presidente dell’Italian Stroke Association. “L’improvvisa perdita di forza o di sensibilità a un braccio o a una gamba, la bocca che si storce, l’offuscamento o il calo della vista, l’incapacità di parlare o di comprendere, un mal di testa violento e improvviso, sono tutti potenziali segnali di un ictus”, avverte. “È importantissimo non sottovalutare tali sintomi e chiamare immediatamente i soccorsi per trasportare il paziente in ospedali dotati di Stroke Unit, le strutture dedicate alla cura dell’ictus, dove personale plurispecialistico dedicato, composto da medici, infermieri, fisioterapisti ed altri operatori sanitari è in grado di gestire in maniera corretta tutte le possibili e complesse esigenze dei pazienti”.

Quanto alle cure oggi disponibili – si legge nella nota – per gli ictus emorragici esistono tutta una serie di terapie volte al contenimento del sanguinamento e sono in fase di sviluppo terapie specifiche. Per gli ictus ischemici sono disponibili già da tempo farmaci fibrinolitici che dissolvono il materiale ostruttivo a livello arterioso, permettendo quindi di ripristinare il flusso di sangue e limitare i danni al tessuto cerebrale. In alcuni casi, la terapia farmacologica può essere associata a trattamenti endovascolari. Attraverso un catetere inserito nell’arteria femorale o omerale, si risale fino al cervello e nella zona in cui è presente l’ostruzione vengono inseriti tubicini metallici (stent) in modo da ricostituire un passaggio per il flusso sanguigno rimuovendo il materiale ostruttivo. Si tratta di tecniche che richiedono una alta specializzazione e che, per tale motivo, non possono essere effettuate ovunque, ma solo negli ospedali dotati di Stroke Unit.

A.L.I.Ce. Italia Odv in collaborazione con la Sin e l’Italian Stroke Association (Isa) – ricorda infine la nota – è da anni attiva per l’organizzazione di campagne di informazione indispensabili per il coinvolgimento della popolazione e per aumentare la consapevolezza sul problema ictus e su ciò che è necessario conoscere per combatterne i rischi e le conseguenze. Quest’anno gli sforzi maggiori sono concentrati sul progetto ‘Fast heroes’ che si rivolge a insegnanti, famiglie ma soprattutto ai bambini delle scuole elementari e ha come scopo principale, attraverso l’utilizzo di attività giocose e coinvolgenti, di insegnare a riconoscere i sintomi dell’ictus e a contribuire a salvare i propri nonni eventualmente colpiti chiamando immediatamente il 112. I dettagli sulle modalità di adesione al progetto – conclude la nota – sono disponibili sul sitohttp://fastheroes.com.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Sanità, al via il progetto Sis-Net: reti cliniche contro infezioni severe e sepsi

19 Luglio 2024
Roma, 19 lug. (Adnkronos Salute) – Ha l’obiettivo di creare reti cliniche di monitoraggio che pos…

Scoperta proteina dell’invecchiamento, spegnerla potrà allungare la vita

19 Luglio 2024
Milano, 19 lug. (Adnkronos Salute) – L’elisir di longevità potrebbe essere una terapia che spegne…

‘Proteggi sempre la tua pelle’, campagna social ministero Salute-Ifo Roma

19 Luglio 2024
Milano, 19 lug. (Adnkronos Salute) – “Proteggi sempre la tua pelle”, comunque essa sia. “Evita l’…

Effetto sole sui ritocchi al botox, per un buon risultato ne serve di più

19 Luglio 2024
Milano, 19 lug. (Adnkronos Salute) – Effetto clima sui ritocchi al botox: con il sole e il caldo,…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI