app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Covid: Usa alzano scudo anti-Omicron, ok Fda a booster Moderna a 5 mesi

Gennaio 7, 2022

Milano, 7 gen. (Adnkronos Salute) – Negli Usa anche per il vaccino anti-Covid di Moderna viene ridotto ad “almeno 5 mesi” l’intervallo temporale fra la somministrazione del booster e il completamento del ciclo primario d’immunizzazione, per le persone dai 18 anni in su. A stabilirlo è stata oggi la Fda (Food and Drug Administration). L’ente regolatorio degli States spiega che l’obiettivo è quello di alzare al massimo gli scudi contro Omicron. “Il paese è nel mezzo di un’ondata di questa variante altamente contagiosa, che si diffonde più rapidamente delle altre”, ha affermato Peter Marks, direttore del Centro per la valutazione e la ricerca sui prodotti biologici della Fda.

Da qui la decisione di modificare l’autorizzazione all’uso di emergenza (Eua) per il vaccino Moderna, per ridurre il tempo tra il completamento di una serie primaria del vaccino e una dose di richiamo. Come già si era deciso per il vaccino Pfizer. “La vaccinazione è la nostra migliore difesa contro Covid, comprese le varianti circolanti – ha proseguito Marks – e accorciare il periodo di tempo tra il completamento di una serie primaria e una dose di richiamo può aiutare a ridurre l’immunità calante. L’azione di oggi porta anche coerenza tra i vaccini a mRna disponibili per quanto riguarda i tempi di somministrazione del richiamo. Incoraggiamo tutti a farsi vaccinare: non è mai troppo tardi per fare le prime dosi o il richiamo”.

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl