app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Da pediatri allerta pertosse, 3 morti da gennaio e +800% ricoveri

23 Maggio 2024

Roma, 23 mag. (Adnkronos Salute) – Anche in Italia è allerta per l’epidemia di pertosse, che ha fatto registrare tre morti dall’inizio del 2024 con un aumento dell’800% dei ricoveri rispetto allo scorso anno. A lanciarla è la Società italiana di pediatria, dopo l’allarme dell’Ecdc (European Centre for Disease Prevention and Control), che ha evidenziato quasi 60 mila casi di pertosse in tutta Europa nel corso del 2023 e sino ad aprile 2024, registrando un incremento di oltre 10 volte rispetto al 2022 e al 2021. In Italia la maggior parte dei contagi si è registrata in Campania, Sicilia e Lazio.

“La pertosse è una malattia fortemente contagiosa e pericolosa, soprattutto nei primi mesi di vita e nei neonati che hanno un maggior rischio di complicanze e di decesso. In questa fascia di età la mortalità è compresa tra l’1 e l’1,5%. Possiamo tutelare questa popolazione particolarmente vulnerabile attraverso l’immunizzazione della mamma durante il secondo e terzo trimestre di gravidanza, altamente sicura ed efficace nel proteggere i bambini ancora troppo piccoli per poter essere vaccinati – raccomanda la presidente della Sip, Annamaria Staiano – Invitiamo le donne in gravidanza a fare la vaccinazione contro la pertosse perché in gioco c’è la vita dei nostri piccoli. È inaccettabile che nel 2024 si possa morire a causa di malattie infettive per le quali esistono vaccini efficaci e sicuri”.

In Italia da gennaio a maggio 2024 sono stati registrati 110 casi di pertosse, con oltre 15 ricoveri in terapia intensiva di piccoli lattanti e tre neonati deceduti. I dati, resi noti da Alfredo Guarino, presidente della sezione Campania della Sip, sono stati ottenuti nel corso di un progetto Pnrr, il progetto Inf-Act, che ha lo scopo di sviluppare nuove strategie per l’identificazione precoce, prevenzione e terapia di minacce infettive. I dati sono stati raccolti in 7 centri di elevata specializzazione distribuiti sull’intero territorio nazionale.

“Abbiamo assistito a un aumento dei ricoveri per pertosse dell’800% rispetto al 2022 e al 2023, che hanno riguardato nella maggior parte dei casi neonati e lattanti non vaccinati sotto i 4 mesi di età. Il 95% delle madri di questi bambini non era vaccinata e l’80% non aveva ricevuto alcuna informazione sulla disponibilità di una vaccinazione prenatale”, afferma Guarino, coordinatore della rete clinica Inf-Act, precisando che “i dati si riferiscono a bambini ospedalizzati in condizioni cliniche serie e sono quindi certamente da considerare casi gravi. Sono, dunque, solo la punta dell’iceberg rispetto alla circolazione della pertosse, in quanto non sono considerati i casi non ospedalizzati”.

“Particolarmente preoccupante la situazione in Campania – sottolinea – dove abbiamo registrato oltre 30 ricoveri di lattanti affetti da pertosse nei centri di malattie infettive pediatriche di Napoli”.

E dalla Sicilia arriva un grido dall’allarme. “Quaranta tra neonati e lattanti con pertosse sono stati intercettati negli ultimi 5 mesi al pronto soccorso dell’ospedale di Cristina di Palermo, che è il punto di riferimento della Sicilia occidentale. Di questi 10 sono finiti in terapia intensiva neonatale. Nella precedente stagione non si era visto un solo caso”, riferisce Domenico Cipolla, presidente della sezione Sicilia della Società italiana di pediatria e responsabile del pronto soccorso pediatrico dell’ospedale. “Le coperture vaccinali nelle donne in gravidanza in Sicilia sono estremamente basse”.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Da snus a bustine nicotina, la strategia svedese che sta azzerando i danni da sigarette

21 Giugno 2024
Stoccolma, 20 giu. (dall’inviato dell’Adnkronos Salute Francesco Maggi) – La Svezia si appresta a…

Congresso Sirm, Diana Bracco insignita della Medaglia d’Oro

21 Giugno 2024
Roma, 21 giu. (Adnkronos Salute) – È un’onorificenza riservata a personalità che si distinguono p…

Aids, Lanini (IRCCS Spallanzani Roma): “Contro Hiv farmaci estremamente potenti e sicuri”

21 Giugno 2024
Roma, 20 giu. (Adnkronos Salute) – “Per quanto riguarda la terapia dell’Hiv siamo molto avanti. A…

Radiologia medica, l’innovazione è nell’intelligenza artificiale

21 Giugno 2024
Milano, 21 giu. (Adnkronos Salute) – Stanno cambiando il volto della radiologia medica e le hanno…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI