app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Laboratorio Virologia Spallanzani riferimento europeo su nuovi patogeni

17 Aprile 2024

Milano, 17 apr. (Adnkronos Salute) – Il Laboratorio di Virologia dell’Istituto nazionale per le malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ Irccs di Roma è stato designato dall’Ue quale ‘Laboratorio di riferimento europeo per la sanità pubblica sui patogeni virali emergenti, zoonotici e veicolati da roditori’, all’interno del consorzio di cui fanno parte anche la Public Health Agency in Svezia, il National Center for Public Health and Pharmacy in Ungheria e il Pasteur Institute in Francia.

Il riconoscimento ricevuto dalla Commissione europea “è la certificazione del grande lavoro che la Virologia dell’Inmi continua a svolgere sugli agenti virali ad alta patogenicità – commenta il direttore del laboratorio, Fabrizio Maggi – e un premio all’alta professionalità di tutto il personale del laboratorio. Dà prestigio al nostro istituto e dimostra ancora una volta il ruolo centrale che i laboratori italiani possono svolgere nel contesto internazionale, anche su tematiche di fondamentale importanza per la salute pubblica”.

“Come laboratorio di riferimento europeo saremo impegnati nel supporto alla diagnosi e alla sorveglianza dei patogeni virali emergenti a trasmissione zoonotica, al fine di rafforzare la preparazione nel controllo e nella gestione di eventuali focolai epidemici”, spiega Francesca Colavita, che ha seguito in prima persona la costituzione del consorzio e l’iter del percorso progettuale, contribuendo al raggiungimento di questo risultato. “Svolgeremo attività di assistenza scientifica e tecnica per la Commissione europea e l’Ecdc”, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, “e dovremmo assicurare il coordinamento, la comunicazione e la diffusione delle informazioni ai laboratori di riferimento nazionali e della rete all’interno dell’Unione europea. Un ruolo centrale – evidenzia – che ci rende particolarmente orgogliosi”.

“Questo importante riconoscimento – dichiara il direttore generale dello Spallanzani, Angelo Aliquò – sottolinea l’eccellenza delle nostre competenze e risorse nel campo della virologia e conferma il nostro impegno per la sicurezza e la salute pubblica. L’esperienza e le capacità dei nostri ricercatori e l’infrastruttura avanzata del nostro laboratorio – rimarca il Dg – rendono quest’ultimo particolarmente idoneo a coordinare e guidare gli sforzi comuni dell’Unione europea nel monitoraggio, nella sorveglianza e nella risposta rapida alle minacce rappresentate dai virus emergenti, dai patogeni zoonotici e da quelli veicolati da roditori”.

“Il nostro obiettivo – conclude Aliquò – è quello di continuare a fornire servizi di alta qualità, ricerca all’avanguardia e collaborazioni internazionali per affrontare le sfide poste dai virus emergenti, contribuendo così alla protezione della salute umana e animale a livello globale”.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Welfare come te, nasce Osservatorio nazionale per monitorare bisogni caregiver

30 Maggio 2024
Roma, 30 mag. (Adnkronos/Labitalia) – La cooperazione sociale, dopo aver assunto un ruolo da prot…

Il farmaco per fa ricrescere i denti sarà realtà nel 2030: test sull’uomo da settembre

30 Maggio 2024
Milano, 30 mag. (Adnkronos Salute) – Un’iniezione per restituire i denti a chi li ha persi o non …

Sla, studio rivela bisogni e priorità di pazienti, caregiver e clinici

29 Maggio 2024
Roma, 29 mag. (Adnkronos Salute) – Uno studio tutto italiano, condotto dall’Istituto Mario Negri …

Cresta (Aisla): “Ecco le difficoltà di chi vive con la Sla”

29 Maggio 2024
Roma, 29 mag. (Adnkronos Salute) – Il paziente con sclerosi laterale amiotrofica (Sla) vive “con …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI