app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Mele (Soi): “Occhiali strumento più sicuro per correggere miopia”

20 Giugno 2024

Roma, 4 apr. (Adnkronos Salute) – “Correggere la miopia si può, grazie ai sistemi ottici (occhiali e lenti a contatto) e chirurgici. Gli occhiali rappresentano ancora oggi il sistema più sicuro e affidabile per la correzione della miopia. Ne esistono di varie tipologie e geometrie, l’importante è che la correzione e la prescrizione della miopia sia fatta nel modo più preciso possibile, utilizzando tutti quei sistemi che la clinica ci mette a disposizione”. Lo afferma all’Adnkronos Salute Luigi Mele del Dipartimento di Oftalmologia, Uoc Oculistica – Servizio Trapianti corneali – Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e membro della Società oftalmologica italiana (Soi), in occasione del corso Ecm Fad ‘Vista e miopia. La patologia oculare miopica dall’età infantile all’adulto’, realizzato con il contributo del partner scientifico Soi e in collaborazione con Fielmann.

“La lente a contatto è di più recente avvento rispetto agli occhiali – spiega Mele – E’ un sistema fantastico perché applicandosi sulla cornea, immergendosi nel film lacrimale e interagendo con la superficie oculare, riesce a correggere” la miopia. Ma, avverte l’esperto, “essendo un sistema che entra a contatto direttamente con la superficie oculare, quindi con il bulbo oculare, espone a grandi possibilità di complicanze infettive, allergiche e tossiche, le quali devono essere individuate prontamente e gestite. Quindi tanto la prescrizione dell’occhiale quanto la prescrizione della lente a contatto necessitano comunque di uno stretto monitoraggio e controllo da parte dell’oculista”.

Alla domanda se sia possibile rallentare la miopia, in particolare nei bambini, e in che modo, Mele non ha dubbi: “Si tratta di una patologia a carattere multifattoriale. Studi scientifici hanno dimostrato che una riduzione della vita all’aria aperta, un eccesso di utilizzo di device prolungato, una posizione di studio o di lavoro viziata, così come una distanza viziata sono cause di stimolo alla progressione” della miopia. Quindi, per cercare di “rallentarne la progressione – suggerisce – sicuramente bisognerà necessariamente agire su questi fattori comportamentali, ambientali e alimentari. La tecnologia attualmente ci mette a disposizione delle lenti a tempiale e lenti a contatto con geometrie particolari ‘defocus’, che hanno un effetto positivo sul rallentamento della progressione emiopica”.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Tumori, l’indagine: “L’84% dei pazienti senza psiconcologo che per 7 su 10 è utile, anche online”

25 Luglio 2024
Roma, 25 lug. (Adnkronos Salute) – Il supporto psico-oncologico online può essere molto utile per…

Altroconsumo: “Con Dl liste d’attesa ancora lontani dalla soluzione”

25 Luglio 2024
Roma, 25 lug. (Adnkronos Salute) – Il decreto legge sulle liste d’attesa che è stato approvato, p…

Chirurgia, asportata massa tumorale benigna di 5 chili nel Trapanese

25 Luglio 2024
Palermo, 25 lug. (Adnkronos Salute) – Un delicato intervento chirurgico è stato eseguito nelle ul…

Ricerca, più rischi demenza con ansia e grasso su pancia e braccia, nuovi studi

25 Luglio 2024
Milano, 25 lug. (Adnkronos Salute) – Da un lato l’ansia, sia cronica che alla sua prima manifesta…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI