app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Sanità: Nursind, tribunale Milano riconosce tutte le indennità a infermieri turnisti

23 Aprile 2024

Milano, 23 apr. (Adnkronos Salute) – “Riconosciute per la prima volta tutte le indennità agli infermieri turnisti”. Il sindacato Nursind festeggia “un risultato storico”: “Il 4 aprile scorso, dal tribunale di Milano – segnala in una nota – è arrivata una sentenza di primo grado che rivede la normativa contrattuale in merito al riconoscimento delle indennità di turno e di disagio per i professionisti che lavorano anche di notte. Il generico riferimento alle giornate lavorative contenuto nel vecchio contratto di comparto, infatti, ha sempre lasciato spazio a diverse interpretazioni, finendo per penalizzare il turno notturno, a cavallo di due giornate. Il successivo Ccnl 2019-2021 ha colmato solo in parte il vulnus, dettagliando meglio l’indennità di presenza e non di disagio. Fino al pronunciamento del tribunale di Milano, che ha riconosciuto all’infermiere ricorrente tutte le indennità percepite a partire dal 2016-2018 anche sulla giornata dello smonto notte. Al punto che l’azienda ospedaliera dovrà corrispondergli arretrati fino a 5 anni”.

Nursind è stato assistito dall’avvocato Domenico De Angelis, “uno dei legali più esperti in Diritto del lavoro”, sottolinea. “Siamo sempre stati certi della nostra interpretazione contrattuale, frutto di studio e approfondimento costante della normativa – commenta Giovanni Migliaccio, segretario provinciale Nursind Milano – Quello che conta adesso è che grazie a questa pronuncia, destinata a fare giurisprudenza, tanti colleghi potranno, volendo, far valere un diritto fino ad ora ignorato”. Un diritto che si traduce nel recupero fino a 5 anni di arretrati, “somme che si aggirano tra i 2mila e i 3mila euro – calcola il sindacato – a seconda dell’unità operativa in cui si lavora”.

“E’ con battaglie come questa che contribuiamo a valorizzare la nostra categoria – dichiara il segretario nazionale del Nursind, Andrea Bottega – Ben venga quindi poter recuperare arretrati, dal momento che gli stipendi degli infermieri in Italia sono tra i più bassi d’Europa, ma soprattutto ben venga dare il giusto peso al lavoro a turni, una delle peculiarità che dovrebbe spingere il legislatore a riconoscere la professione infermieristica tra quelle usuranti”.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

App per contattare il medico, da Consulcesi guida per gestire dati personali

22 Maggio 2024
Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) – App di messaggistica, e-mail, sms e altre piattaforme sanitari…

Perrone (AIOM): “Rete oncologica campana una delle migliori in Italia”

22 Maggio 2024
Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) – L’Associazione italiana di oncologia medica, “Aiom, cerca di m…

Cappellari (Gsk): “Cambio di rotta dà voce a donne con cancro ovarico”

22 Maggio 2024
Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) – “Il progetto ‘Cambiamo rotta’ ha fatto emergere la voce delle …

Psoriasi a placche, studio conferma efficacia terapia orale deucravacitinib

22 Maggio 2024
Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) – Bristol Myers Squibb annuncia i nuovi risultati a quattro anni…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI