app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Sostenibilità, Rodò (Merck): “Nei nostri tre siti italiani Co2 ridotta del 28%”

17 Aprile 2024

Roma, 17 apr. (Adnkronos) – I nostri “tre siti italiani che si trovano a Bari, a Guidonia e ad Ivrea negli ultimi due anni hanno raggiunto una riduzione delle emissioni di Co2 del 28%. Hanno ridotto il consumo di acqua del 4 per cento, aumentando la percentuale di acque reflue riciclate. C’è stato inoltre un aumento del riciclo dei rifiuti e una riduzione a Ivrea allo 0% dei conferimenti in discarica, che stiamo realizzando già da luglio 2021”. Lo ha dichiarato Teresa Rodò, Head of Global Healthcare Operations di Merck Group, in occasione di un incontro con la stampa presso lo stabilimento Merck di Guidonia (Roma).

“Quando si tratta di implementare la sostenibilità lungo l’intera catena del valore, adottiamo un approccio multidimensionale – ha aggiunto Rodò – Agiamo a diversi livelli, del sito, del prodotto, del paziente e a livello logistico. Tutti i nostri 20 siti rispettano i più alti standard di riduzione delle emissioni di aria, suolo e acqua oltre agli standard per un utilizzo più efficiente delle risorse naturali, il che significa che ci concentriamo sull’energia: che tipo di energia stiamo consumando, quanta energia stiamo consumando. Stiamo cercando di ridurla e di passare alle energie rinnovabili. E, ultimo ma non meno importante, rispettiamo anche tutto ciò che riguarda la conservazione della biodiversità e sfidiamo lo status quo”.

In merito agli obiettivi futuri di Merck nella prospettiva della sostenibilità, Rodò ha specificato: “nel Gruppo abbiamo l’ambizione di comunicare agli stakeholders e ai nostri investitori di essere neutrali dal punto di vista climatico entro il 2040. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo messo in atto molti piani per intervenire sulla nostra impronta di carbonio, affrontando l’uso di energia e dell’acqua, il modo in cui operiamo e molti altri aspetti”. Deve “essere un approccio multidimensionale. Abbiamo anche fatto leva sull’organizzazione chiamata Sbti, che è la Science Based Target Institution, per certificare che gli obiettivi e i piani che ci stiamo lasciando alle spalle siano legittimi e realistici. E abbiamo ottenuto questa certificazione 2 anni fa” ha concluso.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Malattie rare, da ‘Slanci d’amore’ per Aisla raccolti oltre 10mila euro

26 Maggio 2024
Roma, 25 mag. (Adnkronos Salute) – L’arte e la ricerca insieme in un’unica potente dimostrazione …

Salute, Navarra (Sicob): “Contro l’obesità scegliere strategia ad hoc per singolo paziente’

25 Maggio 2024
Roma, 25 mag. (Adnkronos Salute) – “Possiamo affrontarla con la dieta, con trattamenti cognitivo …

Salute, Fatale (J&J MedTech): “Al fianco di Sicob per offrire migliori cure al paziente obeso”

25 Maggio 2024
Roma, 25 mag. (Adnkronos Salute) – “La partnership consolidata che da anni ci vede al fianco dell…

Eurispes, 6% italiani consuma spesso alimenti che contengono cannabis

24 Maggio 2024
Roma, 24 mag. (Adnkronos Salute) – Gli alimenti contenenti cannabis “vengono utilizzati spesso o …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI