app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Morte in culla, le “regole d’oro” per ridurre il rischio di Sids

19 Aprile 2023

La Sudden infant death syndrome (Sids) o sindrome della morte in culla è il decesso improvviso e inspiegabile di un bambino al di sotto dell’anno di età. In Italia si stima che vada incontro a morte in culla 1 nato su duemila. Tale sindrome riguarda quasi sempre bambini apparentemente sani, il picco è fra i 2 e 4 mesi di età, soprattutto nel periodo invernale ed è più rara dopo i 6 mesi. Il decesso si verifica di solito durante il sonno e per questo è chiamata ‘morte in culla’. Per conoscere e prevenire questo fenomeno, gli esperti raccomandano alcune regole d’oro. Innanzitutto, il bambino deve essere messo a dormire a pancia in su sin dai primi giorni di vita, quindi evitare la posizione a pancia sotto o di fianco. Il piccolo – secondo i pediatri – dovrebbe inoltre dormire nella stanza dei genitori, vicino al loro letto, in una culla o in un lettino dove però cuscini, paracolpi e peluches devono essere eliminati per evitare il soffocamento. Fondamentale la temperatura dell’ambiente, consigliabile tra i 18 e i 20 °C, così da evitare anche l’eccesso di vestiti e coperte. In caso di febbre, il neonato può avere bisogno di essere coperto di meno, mai di più. La condivisione del letto dei genitori, il cosiddetto “bed sharing” non è la scelta più sicura, anzi è particolarmente pericolosa se viene praticata su un divano, se i genitori sono fumatori, hanno fatto uso di alcol, farmaci, sostanze psicoattive o se per altre ragioni non sono in buone condizioni di vigilanza, ad esempio a causa di stanchezza. Oltre a non esporre il bambino al fumo di sigaretta, bisogna evitare che altri fumino in casa, che il piccolo stia in ambienti dove altri hanno fumato o a contatto con tessuti e vestiti impregnati di fumo. Infine. è consigliabile che la mamma allatti al seno il bebè poiché il latte materno rappresenta un fattore di protezione dalla Sids. È un alimento perfetto, incomparabile rispetto a qualsiasi prodotto artificiale e contiene anticorpi materni. Per ogni ulteriore informazione, bene contattare il medico di famiglia o il pediatra di riferimento.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Maltempo al Nord, a rischio le coltivazioni in Veneto e in Emilia

25 Maggio 2024
Your browser does not support the video tag.I danni del maltempo mettono a rischio le semine nel …

Maltempo al Nord, a rischio le coltivazioni in Veneto e in Emilia Trasporto merci su rotaia, Italia indietro Trasporto merci su rotaia, Italia indietro

25 Maggio 2024
Your browser does not support the video tag.Il trasporto merci ferroviario resta un asse strategi…

Oltre la metà degli italiani arriva a fine mese con difficoltà

25 Maggio 2024
Your browser does not support the video tag.Poco più di un italiano su quattro riesce a risparmia…
25 Maggio 2024
Your browser does not support the video tag.

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI