app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

L’exploit di Javier ‘Parrucca’ Milei

Occhi azzurri che guizzano da un talk show all’altro e una parlantina che travolge il buon costume della politica nazionale. È l’identikit di Javier Milei, detto “El Peluca”, economista ‘iperliberal’ nemico giurato della grieta argentina e della casta di politici «parassiti».
|

L’exploit di Javier ‘Parrucca’ Milei

Occhi azzurri che guizzano da un talk show all’altro e una parlantina che travolge il buon costume della politica nazionale. È l’identikit di Javier Milei, detto “El Peluca”, economista ‘iperliberal’ nemico giurato della grieta argentina e della casta di politici «parassiti».
|

L’exploit di Javier ‘Parrucca’ Milei

Occhi azzurri che guizzano da un talk show all’altro e una parlantina che travolge il buon costume della politica nazionale. È l’identikit di Javier Milei, detto “El Peluca”, economista ‘iperliberal’ nemico giurato della grieta argentina e della casta di politici «parassiti».
|
|
Occhi azzurri che guizzano da un talk show all’altro e una parlantina che travolge il buon costume della politica nazionale. È l’identikit di Javier Milei, detto “El Peluca”, economista ‘iperliberal’ nemico giurato della grieta argentina e della casta di politici «parassiti».
Bisognerebbe imparare a non sottovalutare i politici dai capelli bizzarri. Il 16 giugno del 2015 Donald Trump spiegava al mondo che era venuto il suo momento perché «nulla viene mai realizzato», «i politici sono solo chiacchiere» che, «credetemi, non ci porteranno mai nella terra promessa».

E mentre il mondo decideva se scommettere sul blasone compassato di Hilary Clinton o sul potere dello spettacolo, lui era già alla Casa Bianca.

Il 22 luglio del 2019 Boris Johnson vinceva le primarie del Partito conservatore britannico e due giorni dopo diventava premier portando il Regno Unito fuori dall’Unione europea, cosa che non era riuscita alla altrettanto compassata Theresa May. L’Argentina ha provato a ironizzare su Javier Milei, detto “El Peluca” (la parrucca) per via di una zazzera impenitente che sostiene di non aver mai voluto domare col pettine. Economista ‘iperliberal’, nemico giurato della grieta – così si chiama l’infinito derby argentino tra destra e sinistra – e della «casta» di politici «parassiti» buoni solo a rubare.

I suoi occhi azzurri guizzano da un talk show all’altro, felici di tanta irriverenza nei capelli e di una parlantina che travolge il buon costume della politica nazionale.

Fonda il partito “La libertà avanza”, si candida alle elezioni e conquista un seggio alla Camera, dove dal 10 dicembre darà spettacolo. «Non aumenteremo mai le tasse, non andremo mai contro la libertà, la proprietà e la vita». Per lui tutti i politici rubano, ma la sinistra è quella delle promesse più inattendibili, se è vero che dopo decenni di politiche assistenzialiste il 40% degli argentini vive sotto la soglia di povertà. È la ragione per cui il neo parlamentare – che tra le altre cose rivendica anche conoscenze di sesso tantrico – ha in Jair Bolsonaro, fustigatore di tutti i comunismi, uno dei suoi punti di riferimento. Nel suo immaginario Pantheon trovano posto anche Winston Churchill e Margareth Thatcher, quasi una bestemmia per gli argentini che l’hanno vista comandare la riconquista delle Malvinas e renderle per sempre Falklands.

Milei si lascia addosso l’etichetta di ‘anarco-capitalista’, piovuta da chissà dove ma perfetta per rinforzare il profilo di eccentrico demolitore di luoghi comuni.

Il 18% di consensi guadagnato a Buenos Aires lo userà per «dinamitare» il Parlamento, versione molto più scapigliata della scatoletta di tonno da aprire. In sintesi, è un perfetto figlio di questo tempo. «Mi sentirei molto a mio agio in una stanza condivisa con Trump». A spanne, un salone di barbiere.   Di Raffaele Bertini

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Un meteorite attraversa e illumina il cielo tra Portogallo e Spagna

19 Maggio 2024
Uno spettacolo naturale incredibile: un meteorite ha attraversato (e illuminato di blu) il cielo…

Iran, le ricerche dell’elicottero del presidente Raisi complicate dalla nebbia fitta

19 Maggio 2024
Proseguono incessanti – e con grandissime difficoltà, viste le condizioni climatiche avverse a c…

Schiantato l’elicottero del presidente Raisi

19 Maggio 2024
L’elicottero che trasportava Ebrahim Raisi ha affrontato un “duro atterraggio” vicino al villagg…

Gantz a Netanyahu: “Piano su Gaza entro l’8 giugno o lasciamo il governo”. La replica del premier

19 Maggio 2024
Un vero e proprio ultimatum quello del ministro del gabinetto di guerra Binyamin Gantz nei confr…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI