app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Morto l’attore Johnny Wactor: ucciso durante rapina

Johnny Wactor, noto come Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso durante un tentativo di furto a Los Angeles

|

Morto l’attore Johnny Wactor: ucciso durante rapina

Johnny Wactor, noto come Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso durante un tentativo di furto a Los Angeles

|

Morto l’attore Johnny Wactor: ucciso durante rapina

Johnny Wactor, noto come Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso durante un tentativo di furto a Los Angeles

|
|

Johnny Wactor, noto come Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso durante un tentativo di furto a Los Angeles

L’attore statunitense Johnny Wactor, noto soprattutto per il ruolo di Brando Corbin nella serie tv “General Hospital”, è stato ucciso con un colpo di pistola durante un presunto tentativo di furto della marmitta della sua auto nel centro di Los Angeles. Aveva 37 anni.

Il Dipartimento di Polizia di Los Angeles ha dichiarato che gli agenti sono intervenuti nella zona di Pico Boulevard e Hope Street intorno alle 03:00 di sabato scorso. Sulla scena hanno trovato un uomo ferito da un colpo d’arma da fuoco, che è stato poi identificato come Wactor.

Ha interpretato il ruolo di Brando dal 2020 fino alla cancellazione del suo personaggio dal programma nel 2022 per un totale di 164 episodi. Aveva appena finito di girare di “Dead Talk Tales: Volume I”.

Le indagini sono in corso ma l’intero comparto si è stretto al lutto della famiglia. L’agente dell’attore, Sarabeth Schedeen, ha affermato in una dichiarazione: “Johnny Wactor era un attore e un amico straordinario. Oggi la luce di questo mondo si è spenta. Tra i suoi molti doni invidiabili c’erano la generosità, la dedizione, la disciplina, l’empatia e una perseveranza fuori dal comune. Inoltre, era un atleta. Si spingeva al massimo fisicamente, così come faceva a livello personale e professionale. Nei molti anni trascorsi insieme, ha affrontato gli alti e bassi della vita con ottimismo e grazia. Johnny ha rappresentato la grandezza morale in tutti i settori. È una perdita profonda per tutti coloro che hanno lavorato con lui e lo hanno conosciuto“.

di Margherita Medici

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Il rischio manettaro degli Usa

12 Giugno 2024
Le tre gogne mediatiche Usa nell’anno 2024 delle sue elezioni presidenziali e in tempi di guerre…

Hunter Biden, figlio del presidente Usa Joe, giudicato colpevole. Rischia fino a 25 anni

11 Giugno 2024
Hunter Biden è stato dichiarato colpevole per tutti e tre i capi d’accusa nel processo a suo car…

Hamas accetta la risoluzione Onu sul cessate il fuoco

11 Giugno 2024
Spiraglio di luce dopo l’accettazione da parte di Hamas alla risoluzione sul cessate il fuoco vo…

La mano di Macron

11 Giugno 2024
Messi in fila, questi serie di dati politici spiegano bene perché domenica, appresa la sconfitta…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI