app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Plebiscito Putin

Plebiscito di Putin, sfiora il 90%. Proteste e fermi ai seggi in Russia e ai Consolati russi di Roma e Milano

Le proteste contro Putin sono state una goccia nel mare, la maratona elettorale lo conferma presidente con percentuali da record, sfiorato il 90%, record anche per l’affluenza totale alle urne. Le immagini del “Mezzogiorno contro Putin” dalla Russia, Roma e Milano

|

Plebiscito di Putin, sfiora il 90%. Proteste e fermi ai seggi in Russia e ai Consolati russi di Roma e Milano

Le proteste contro Putin sono state una goccia nel mare, la maratona elettorale lo conferma presidente con percentuali da record, sfiorato il 90%, record anche per l’affluenza totale alle urne. Le immagini del “Mezzogiorno contro Putin” dalla Russia, Roma e Milano

|

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Ragione (@laragione.eu)

Plebiscito di Putin, sfiora il 90%. Proteste e fermi ai seggi in Russia e ai Consolati russi di Roma e Milano

Le proteste contro Putin sono state una goccia nel mare, la maratona elettorale lo conferma presidente con percentuali da record, sfiorato il 90%, record anche per l’affluenza totale alle urne. Le immagini del “Mezzogiorno contro Putin” dalla Russia, Roma e Milano

|
|

Le proteste contro Putin sono state una goccia nel mare, la maratona elettorale lo conferma presidente con percentuali da record, sfiorato il 90%, record anche per l’affluenza totale alle urne. Le immagini del “Mezzogiorno contro Putin” dalla Russia, Roma e Milano

Le proteste contro Vladimir Putin sono state una goccia nel mare, la maratona elettorale lo conferma presidente con percentuali da record, che sfiorano il 90%. Record anche per l’affluenza totale alle urne che ha raggiunto il 77,4%, la più alta nella storia del Paese. Per Putin questo è il quinto mandato, ora le prossime elezioni si terranno nel 2030.

Il nome della protesta silenziosa, indetta da Navalny quando ancora era in vita e ripresa recentemente dalla moglie Yulia Navalnaya, in lingua russa rende ancora di più: «Polden protiv Putina», è la protesta delle tre P, cioè «Mezzogiorno contro Putin».

Questa mattina, da Mosca a San Pietroburgo e persino di fronte ai Consolati russi di Roma e Milano, un’ondata di persone si sono presentate ai seggi alla stessa ora, alle 12, per annullare la scheda elettorale e protestare contro il regime dittatoriale di Vladimir Putin.

Stando ad alcune informazioni riportate da ODV Info, gli arresti non sono mancati, almeno 74 per ora i fermi in tutta la Russia: un elettore di Kazan, Alexander Shirshov, ha dichiarato di essere stato arrestato insieme ad altre 20 persone per aver partecipato al “Mezzogiorno contro Putin”.

Sulla storica via Arbat si è formata una coda di alcune centinaia di persone, ma delle immagini che circolano sul web a colpire è soprattutto la presenza di tantissimi giovani. A Novosibirsk c’è chi ironizza: “Chissà se Putin prenderà l’82% o il 146% dei voti”. Quando il silenzio urla.

*Le immagini e l’intervista da Roma sono a cura di Giacomo Chiuchiolo

Di Claudia Burgio

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

L’antiaerea israeliana aiutata da alleati regionali e internazionali

14 Aprile 2024
Stride la differenza tra l’atteggiamento occidentale tra Israele e Ucraina

Intercettato il 99% di missili e droni iraniani su Israele. Biden: “Netanyahu hai vinto, non fare altro”. Teheran: “Per noi finisce qui”

14 Aprile 2024
300 in tutto le armi, fra missili e droni, lanciate dall’Iran contro Israele nell’operazione den…

Iran attacca Israele

13 Aprile 2024
È iniziato l’attacco iraniano contro Israele: lanciati 50-70 (forse 80) droni cosiddetti kamikaz…

Kiev ha disperatamente bisogno di armi

13 Aprile 2024
A due anni dall’inizio del conflitto, l’Ucraina sembra non essere più il baluardo da difendere d…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI