app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Una faglia di 300km in Turchia

Una faglia di 300km in Turchia

Una faglia lunga 300km, profonda circa 30 metri e larga circa 200 metri: è la conseguenza del terremoto fra Turchia e Siria e si trova nella città di Altinozu, nella provincia meridionale di Hatay. La frattura ha completamente spaccato in due la terra che continua, purtroppo a tremare. Questa mattina, infatti, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 5.6 a Malatya, nel sud est della Turchia, che ha causato un morto e 69 feriti.
|

Una faglia di 300km in Turchia

Una faglia lunga 300km, profonda circa 30 metri e larga circa 200 metri: è la conseguenza del terremoto fra Turchia e Siria e si trova nella città di Altinozu, nella provincia meridionale di Hatay. La frattura ha completamente spaccato in due la terra che continua, purtroppo a tremare. Questa mattina, infatti, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 5.6 a Malatya, nel sud est della Turchia, che ha causato un morto e 69 feriti.
|

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Ragione (@laragione.eu)

Una faglia di 300km in Turchia

Una faglia lunga 300km, profonda circa 30 metri e larga circa 200 metri: è la conseguenza del terremoto fra Turchia e Siria e si trova nella città di Altinozu, nella provincia meridionale di Hatay. La frattura ha completamente spaccato in due la terra che continua, purtroppo a tremare. Questa mattina, infatti, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 5.6 a Malatya, nel sud est della Turchia, che ha causato un morto e 69 feriti.
|
|
Una faglia lunga 300km, profonda circa 30 metri e larga circa 200 metri: è la conseguenza del terremoto fra Turchia e Siria e si trova nella città di Altinozu, nella provincia meridionale di Hatay. La frattura ha completamente spaccato in due la terra che continua, purtroppo a tremare. Questa mattina, infatti, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 5.6 a Malatya, nel sud est della Turchia, che ha causato un morto e 69 feriti.
Una faglia lunga 300km, profonda circa 30 metri e larga circa 200 metri: è la conseguenza del terremoto fra Turchia e Siria e si trova nella città di Altinozu, nella provincia meridionale di Hatay. La frattura ha completamente spaccato in due la terra che continua, purtroppo a tremare. Questa mattina, infatti, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 5.6 a Malatya, nel sud est della Turchia, che ha causato un morto e 69 feriti.

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Un meteorite attraversa e illumina il cielo tra Portogallo e Spagna

19 Maggio 2024
Uno spettacolo naturale incredibile: un meteorite ha attraversato (e illuminato di blu) il cielo…

Iran, le ricerche dell’elicottero del presidente Raisi complicate dalla nebbia fitta

19 Maggio 2024
Proseguono incessanti – e con grandissime difficoltà, viste le condizioni climatiche avverse a c…

Schiantato l’elicottero del presidente Raisi

19 Maggio 2024
L’elicottero che trasportava Ebrahim Raisi ha affrontato un “duro atterraggio” vicino al villagg…

Gantz a Netanyahu: “Piano su Gaza entro l’8 giugno o lasciamo il governo”. La replica del premier

19 Maggio 2024
Un vero e proprio ultimatum quello del ministro del gabinetto di guerra Binyamin Gantz nei confr…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI