app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Varsavia si prepara alla guerra con Mosca

Varsavia si prepara alla guerra con Mosca

Dopo i timori della Germania, allarmanti parole del ministro della Difesa polacco che minaccia l’apertura di un conflitto con la Russia di Putin
|

Varsavia si prepara alla guerra con Mosca

Dopo i timori della Germania, allarmanti parole del ministro della Difesa polacco che minaccia l’apertura di un conflitto con la Russia di Putin
|

Varsavia si prepara alla guerra con Mosca

Dopo i timori della Germania, allarmanti parole del ministro della Difesa polacco che minaccia l’apertura di un conflitto con la Russia di Putin
|
|
Dopo i timori della Germania, allarmanti parole del ministro della Difesa polacco che minaccia l’apertura di un conflitto con la Russia di Putin
Berlino – «Mi preparo a qualsiasi scenario e prendo in considerazione quello peggiore molto seriamente». A Varsavia cambiano i governi e i ministri, ma i timori per un attacco militare della Russia restano ben presenti, mentre la guerra a pochi chilometri dai propri confini continua a infiammarsi. Non c’è stanchezza in Polonia, ma preoccupazione. E il nuovo ministro della Difesa, il 42enne Wladyslaw Kosiniak-Kamysz, lo esplicita in un’intervista al tabloid “Super Express”: «La situazione è molto seria, come percepiscono sempre più Stati, e non lo dico tanto per creare ansia, anzi peso con molta prudenza le mie parole». Dopo le prove di esercitazioni antirusse sfuggite dai cassetti dell’esercito tedesco e i timori espressi dal Ministero della Difesa di Berlino su una road map di Mosca per un’offensiva a Occidente, oltre l’Ucraina, le parole di Kosiniak-Kamysz – che è anche vice premier e presidente del piccolo partito degli agricoltori – confermano l’allarme delle cancellerie dei Paesi Nato esposti sul fianco orientale dell’Europa. Il ministro ha spiegato che la Polonia ha avviato preparativi concreti per un eventuale conflitto con la Russia e sta esaminando le lacune ancora esistenti nel suo armamento: «La dotazione di armi pesanti è molto importante, ma lo è altrettanto l’equipaggiamento individuale di ogni soldato» ha detto, lasciando intendere che è sugli uomini, sul loro addestramento ed equipaggiamento che il governo polacco investirà nei prossimi mesi il suo consistente budget militare (pari a oltre il 4% del Pil). Kosiniak-Kamysz ha aggiunto che le unità polacche dovrebbero essere pienamente operative per i loro compiti nella Forza di reazione rapida entro quest’anno, al più tardi entro il prossimo. La difesa dell’Ucraina resta il baluardo necessario per evitare uno sfondamento russo più a Ovest. I polacchi lo ribadiscono assieme ai baltici, sperando questa volta di essere ascoltati dai partner Ue. Per questo la settimana scorsa, insieme al suo collega danese Troels Lund Poulsen, Kosiniak-Kamysz ha firmato un memorandum sull’aumento degli aiuti militari a Kiev. La Danimarca sta fornendo 19 jet da combattimento F-16, «ma gli aiuti devono essere significativamente ampliati, è in gioco la nostra sicurezza» ha concluso il ministro di Varsavia. Anche negli Stati baltici si moltiplicano gli appelli a prepararsi a un attacco russo se l’Ucraina non dovesse vincere la guerra in corso. Ma sul piano strategico il riarmo dei singoli Paesi Nato non è una strada condivisa dagli analisti militari. Sul “Tagesspiegel” Gustav Gressel, esperto militare dell’European Council on Foreign Relations, mette in guardia da un effetto controproducente: «Le preoccupazioni dei nostri alleati sul fianco orientale della Nato per un attacco russo sono comprensibili – ha dichiarato al quotidiano berlinese – ma non è utile per la situazione generale se tutti si preparano a un’aggressione contro il proprio Paese, perché così si tengono per sé i propri equipaggiamenti militari e troppo poco arriva in Ucraina. Ma è proprio lì che è più urgente fermare la Russia». di Pierluigi Mennitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Caos a Bruxelles per la protesta dei trattori: roghi ed esplosioni

Bruxelles è paralizzata per la protesta dei trattori: sulle strade colonne di fumo dopo che diver…

Gli anni della disco music, allo Studio 54 nacque un’epoca

La storia del celebre Studio 54 inizia una sera di metà anni Settanta a New York, in un ristorant…

La nuova intelligence russa

La guerra si combatte con diversi mezzi e un esempio sono i servizi segreti russi, che stanno ric…

Due anni di guerra in Ucraina

Il 24 febbraio saranno due anni di guerra in Ucraina. 24 mesi di sofferenze e inumanità che hanno…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI