app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Contributi Cortellesi

Cortellesi, il cinema dei quattrini

Il fatto che il Ministero della Cultura abbia negato alla regista Cortellesi i contributi denota l’inutilità degli stessi
|

Cortellesi, il cinema dei quattrini

Il fatto che il Ministero della Cultura abbia negato alla regista Cortellesi i contributi denota l’inutilità degli stessi
|

Cortellesi, il cinema dei quattrini

Il fatto che il Ministero della Cultura abbia negato alla regista Cortellesi i contributi denota l’inutilità degli stessi
|
|
Il fatto che il Ministero della Cultura abbia negato alla regista Cortellesi i contributi denota l’inutilità degli stessi

Il fatto che il Ministero della Cultura abbia negato alla regista Cortellesi i contributi per la realizzazione del suo film, che sta sbancando forte di un grande successo, non denota poca preveggenza ma l’inutilità di quei contributi. Non è che al Ministero debbano indovinare chi avrà successo e chi no. E del resto, sarebbe singolare che si scegliesse di aiutare chi avrà grandi incassi e si rifiuti un contributo a chi non avrà uno spettatore. Il fatto è che quei soldi – del contribuente – dovrebbero andare a opere che hanno un particolare valore culturale e la probabilità che l’apposita Commissione azzecchi il valore culturale di un’opera da realizzarsi (ma anche di una realizzata) è anche più bassa di quella che riesca ad azzeccare chi avrà le file al cinema.

Una cosa è avere norme fiscali che favoriscano lo sviluppo di un determinato settore, stando attenti a non far pagare le produzioni supposte colte a chi si diverte con intrattenimenti supposti incolti. Altra è destinare quattrini – sempre del contribuente – a questa o quella produzione specifica, il che innesca il variopinto mondo dell’amichettismo, delle compiacenze, delle connivenze e delle vicinanze. Non sempre commendevoli. Anzi, raramente tali.

Nel fare i complimenti a Cortellesi per il successo le rivolgiamo anche i più vivi ringraziamenti per avere dimostrato quel che cercammo vanamente di sostenere. Sperando che la voglia di essere dispensatori soccomba alla necessità di tagliare la spesa corrente.

di Sofia Cifarelli

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Torna al cinema “Navalny” di Daniel Roher

Un anno fa, a marzo 2023, “Navalny” di Daniel Roher vinceva l’Oscar® come Miglior Documentario

“Una Voce per San Marino”: tra i big Bertè, Marcella Bella e Jalisse puntano l’Eurovision

Gli organizzatori: “Non siamo Sanremo. “Una Voce per San Marino” è una realtà giovane, ma crescer…

Michael J. Fox commuove il pubblico ai Bafta

È entrato sulla sedia a rotelle Michael J. Fox – che ha il Parkinson – accompagnato da un amico, …

Angelina Mango canta sul palco con suo padre Pino

Il video di Angelina Mango che, a 13 anni, canta sul palco con suo padre Pino al teatro Stabile d…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI