app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

La Palma d’oro si rifà il look. I film italiani in concorso al Festival di Cannes

Torna l’attesissima 75esima edizione del Festival di Cannes, quest’anno ricca di novità: dal tema “The Truman Show” alla Palma d’oro costellata da 100 diamanti.

|

Si preannuncia storica  l’attesissima 75^ edizione del Festival di Cannes. La Croisette  nei prossimi 12 giorni ospiterà oltre 100 film. Il manifesto ufficiale scelto per questa edizione è un’immagine tratta dal film “The Truman Show”. “Passi per la rivelazione. Una celebrazione poetica dell’insuperabile ricerca di espressione e libertà. Un viaggio verso l’alto per contemplare il passato e andare avanti verso la promessa di un risveglio”, recita così la didascalia che accompagna il poster ufficiale. 

Tante le novità di quest’anno, a partire dalla palma di premiazione, simbolo di Cannes.

Caroline Scheufele, direttrice artistica di Chopard, ha deciso di rivisitare la famosissima Palma d’oro, inserendo 100 diamanti distribuiti su due foglioline: sulla prima, 75  rappresentano il giubileo del Festival mentre le altre 25 per celebrare il quarto di secolo di partnership tra la kermesse e la Maison.

A differenza dello scorso anno, inoltre, la Palma in oro giallo etico Fairmined da 18 carati non sarà fissata come di consueto su un cuscino in cristallo di rocca, ma su una base in quarzo rosa, pietra simbolo dell’amore (nella mitologia greca la gemma è nata dalle stesse mani di Afrodite). Pietra simbolo del legame che unisce Chopard al Festival dal 1997, e proprio l’amore ha ispirato il tema per l’edizione di quest’anno: “Chopard Loves Cinema”.

Tre le pellicole italiane che cercheranno di vincere l’ambita Palma:

  • Nostalgia, di Mario Martone, tratto dall’omonimo romanzo di Ermanno Rea e interpretato da Pierfrancesco Favino (al momento è il film italiano più accreditato alla vittoria finale). 
  • Les Amandiers, di Valeria Bruni Tedeschi, che narra i suoi Anni Ottanta a Parigi nella scuola di teatro di Patrick Chereau (coproduzione italofrancese). 
  • Le otto montagne, una produzione italo-francese-belga, che vede protagonisti Luca Marinelli e Alessandro Borghi.

La giuria di quest’anno sarà presieduta da Vincent Lindon, a rappresentare l’Italia ci sarà Jasmine Trinca. Tanti gli ospiti attesi che sfileranno sul tappeto rosso: Kylie Minogue, Cristina Aguilera, Ricky Martins,Tom Cruise, Marco Bellocchio, Anthony Hopkins, sono solo alcune delle star attesissime. Il premio Oscar, Forest Whitaker, durante la cerimonia d’apertura ha ricevuto la Palma d’Oro onoraria, mentre Viola Davis riceverà il  premio  Women In Motion Award, il riconoscimento dedicato alle personalità che si sono impegnate per le donne nel campo del cinema. 

Anche se sono giorni di festa, il Festival non dimentica la guerra in Ucraina, per questo è stato modificato il titolo della commedia di apertura, inizialmente intitolata Z, è stata modificata in “zombie Coupez!” di Michel Hazanavicius. Tra le locandine anche quella di “Mariupol 2”, il documentario del regista lituano Mantas Kvedaravicius, ucciso ad aprile da un razzo in Ucraina mentre era in fuga dal Paese in guerra. Il  lavoro è stato ultimato dalla sua compagna Hanna Bilobrova. Giovedì, 19 maggio, si entrerà nel vivo con la proiezione del film “Žena Čajkovskogo”, del regista russo Kirill Serebrennikov, da anni in esilio in Germania. 

di Claudia Burgio

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl