app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Vivaldi Arena

“Viva Vivaldi”, tra la sinfonia e la tecnologia

All’Arena di Verona arriva “Viva Vivaldi”, spettacolo immersivo che rivoluziona il concetto di musica sinfonica con “Le quattro stagioni”

|

“Viva Vivaldi”, tra la sinfonia e la tecnologia

All’Arena di Verona arriva “Viva Vivaldi”, spettacolo immersivo che rivoluziona il concetto di musica sinfonica con “Le quattro stagioni”

|

“Viva Vivaldi”, tra la sinfonia e la tecnologia

All’Arena di Verona arriva “Viva Vivaldi”, spettacolo immersivo che rivoluziona il concetto di musica sinfonica con “Le quattro stagioni”

|
|

All’Arena di Verona arriva “Viva Vivaldi”, spettacolo immersivo che rivoluziona il concetto di musica sinfonica con “Le quattro stagioni”

Quando si ragiona di musica sinfonica la si associa al passato, alle grandi composizioni dei secoli scorsi e ai grandi geni che ne segnarono la storia. Per non parlare del fatto che difficilmente la si annovererebbe tra i generi più amati dai giovani. I motivi potrebbero essere molti: dalla necessità di un ascolto diverso fino alla mancata trasformazione del medium rispetto ai tempi odierni. La lirica ha saputo per esempio giocare fra tradizione e innovazione, inserendo nelle nuove rappresentazioni mezzi, schemi e linguaggi più moderni, con risultati non sempre convincenti – va detto – ma spesso riuscendo nell’intento. La musica sinfonica è invece rimasta molto più ancorata alla tradizione.

In occasione del 300esimo anniversario della pubblicazione de “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi, la Fondazione Arena di Verona e il Balich Wonder Studio (azienda leader nel live entertainment e accreditata in tutto il mondo per le più prestigiose cerimonie sportive, da Rio 2016 a Fifa Qatar 2022) presentano il rivoluzionario spettacolo “Viva Vivaldi. The Four Seasons Immersive Concert”, che si terrà all’Arena di Verona il 28 agosto e che ha tra i suoi intenti dichiarati proprio quello di traghettare questa musica nei linguaggi del XXI secolo. Concepito da Marco Balich e coprodotto dalla Fondazione Arena di Verona, sarà uno spettacolo innovativo e multisensoriale che unirà la forza del linguaggio contemporaneo della tecnologia immersiva a quella di un’orchestra di 29 elementi, impreziosita dalla presenza del giovane violinista Giovanni Andrea Zanon, stella emergente del panorama musicale e vincitore dei più prestigiosi concorsi internazionali.

Durante la presentazione del progetto alla stampa, che si è svolta nello splendido teatro Gerolamo di Milano, lo stesso Zanon ha spiegato perché ha scelto di abbracciare questo progetto: «Sono convinto che la mancanza di sintonia tra i giovani e la musica classica non sia dovuta alla scarsità di interesse, ma al modo sbagliato di proporla. Un evento così immersivo avrà un’efficacia enorme in questi termini, con una bellezza che non può non essere percepita. Oggi un artista deve porsi anche obiettivi sociali e il mio è accompagnare i giovani nei teatri a sentire questa musica, portando avanti una tradizione che va avanti da centinaia di anni».

Due schermi ultratecnologici, luci e un setting pensato per un’immersività unica accoglieranno i 9.500 spettatori presenti, con una speciale promozione ad hoc per gli under 30: il biglietto costerà 28 euro per ogni settore. Una sfida anche per la Fondazione Arena, come raccontato dalla sovrintendente Cecilia Gasdia: «La stagione dello scorso anno è stata la 100esima e sapevamo che avrebbe segnato la fine di un secolo glorioso, per lanciarci verso il futuro, verso qualcosa di diverso e innovativo. Non potevamo iniziare meglio che con un evento così straordinario e diverso. Siamo entusiasti di questo progetto. Per la prima volta questa tecnologia approderà in un teatro all’aperto, un unicum che debutterà in anteprima mondiale in Arena».

di Federico Arduini

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Giuliano Sangiorgi dei Negramaro riceve la chitarra di Pino Daniele e si commuove

17 Giugno 2024
Un momento indimenticabile. Ieri i Negramaro si sono esibiti allo stadio Maradona di Napoli e Gi…

Trent’anni fa usciva “Il Re Leone”

17 Giugno 2024
E pensare che negli studi Disney prevaleva lo scetticismo. Poi bastò il trailer per capire che “…

I quarant’anni di “Crêuza de mä”

16 Giugno 2024
Nel marzo del 1984 Fabrizio De André, in collaborazione con Mauro Pagani, pubblicava il suo undi…

Vent’anni di “Non ti muovere”: Sergio Castellitto apre il Pesaro Film Fest

15 Giugno 2024
Primo ospite del Pesaro Film Festival, Sergio Castellitto nel ventennale del suo film “Non ti mu…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI