app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app
che cos'è lo smishing

Non infettare il cellulare festeggiando

Lo smishing è un tentativo di rubare dati di accesso o altre informazioni sensibili con un messaggio di testo. L’unico modo per non esserne vittima è fare attenzione ad alcuni segnali.
| ,

Non infettare il cellulare festeggiando

Lo smishing è un tentativo di rubare dati di accesso o altre informazioni sensibili con un messaggio di testo. L’unico modo per non esserne vittima è fare attenzione ad alcuni segnali.
| ,

Non infettare il cellulare festeggiando

Lo smishing è un tentativo di rubare dati di accesso o altre informazioni sensibili con un messaggio di testo. L’unico modo per non esserne vittima è fare attenzione ad alcuni segnali.
| ,
| ,
Lo smishing è un tentativo di rubare dati di accesso o altre informazioni sensibili con un messaggio di testo. L’unico modo per non esserne vittima è fare attenzione ad alcuni segnali.

Con tutte le minacce telematiche a cui siamo sottoposti giornalmente, non sentivamo davvero la mancanza dello smishing ovvero del tentativo di raccogliere dati di accesso o altre informazioni sensibili grazie a un messaggio di testo dannoso recapitato tramite un ben noto e ‘antico’ Sms (Short Message Service). L’attacco prende il nome dalle e-mail di phishing che ‘pescano’ con aperture di file o spingono a visitare siti che espongono i nostri dispositivi a varie minacce.

In questo caso il messaggio è molto più insidioso perché arriva direttamente sul telefonino con le sembianze di un rassicurante Sms (ma anche in programmi di messaggistica come Messenger e WhatsApp). Tuttavia, è importante sapere che la sola ricezione del messaggio non può causare alcun danno: il problema sta tutto nella nostra reazione.

In genere le tipologie di ‘attacchi’ sono tre: la richiesta di visitare un sito web in cui inserire i dati sensibili, il download di un’app dannosa oppure la richiesta diretta via Sms di dati, come ad esempio quelli bancari. Non esistono sistemi sicuri e metodi infallibili per difendersi da questa nuova e sempre più aggressiva forma di spam, se non quella di fare attenzione ad alcuni ‘segnali’.

Il primo è notare se i messaggi siano provenienti da numeri che non sembrano formattati correttamente o che contengono caratteri insoliti, oltre al fatto che spesso sono spediti in modo massivo e richiedono accesso a servizi a cui non si è iscritti (se non hai un conto alle Poste e ti arriva la richiesta di inserimento di dati dalle Poste qualcosa evidentemente non va). Un altro segnale che dovrebbe farci accendere la lampadina dell’allarme è il senso di estrema urgenza dei messaggi: richieste di azione immediata senza darti modo di pensare, spesso accompagnati da link tracciati che generalmente banche e assicurazioni non utilizzano (Bitly, per esempio).

Come per gli attacchi di phishing via e-mail, se hai dei dubbi sulla legittimità di un messaggio contatta direttamente il mittente attraverso i canali ufficiali, invece di seguire il link che è apparso sul testo. Un altro consiglio è quello di non avere fretta di rispondere o di seguire un link. Puoi incollare il testo del messaggio in Google visto che è probabile che se hai ricevuto un Sms sospetto lo abbiano ricevuto anche altre persone. Infine, come al solito, mantieni aggiornati i tuoi dispositivi ma soprattutto, se proprio non sai cosa fare, fai uno screenshot del messaggio sospetto e invialo nei gruppi di amici WhatsApp: troverai di certo qualcuno a cui è capitato e a cui chiedere consiglio sul da farsi.

di Rudy Bandiera

Digitale buono e farlocco nelle classi e all’università

L’intelligenza artificiale è pronta a leggere, scrivere e far di conto al posto di ogni singolo s…

ChatGPT e l’intelligenza artificiale da conoscere, non da temere

Forse abbiamo già interagito con un post scritto da ChatGPT, credendo che dietro ci fosse una per…

Storie che conquistano

Videogame – vi consigliamo le avventure interattive più emozionanti. Ecco perché giocare a “A Pla…

L’umanità aumentata

Quando parliamo di realtà aumentata, immaginiamo occhialini, visori e smartphone ma in realtà è m…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl