app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Catania stupro

Catania: 13enne stuprata dal branco, 7 fermati

Una 13enne è stata violentata a turno da sette ragazzi, davanti agli occhi del fidanzato, nei bagni pubblici di una villa nel pieno centro di Catania. Una vicenda terribile
|

Catania: 13enne stuprata dal branco, 7 fermati

Una 13enne è stata violentata a turno da sette ragazzi, davanti agli occhi del fidanzato, nei bagni pubblici di una villa nel pieno centro di Catania. Una vicenda terribile
|

Catania: 13enne stuprata dal branco, 7 fermati

Una 13enne è stata violentata a turno da sette ragazzi, davanti agli occhi del fidanzato, nei bagni pubblici di una villa nel pieno centro di Catania. Una vicenda terribile
|
|
Una 13enne è stata violentata a turno da sette ragazzi, davanti agli occhi del fidanzato, nei bagni pubblici di una villa nel pieno centro di Catania. Una vicenda terribile
Violentata a turno, davanti agli occhi del fidanzato. Nei bagni pubblici di una villa nel pieno centro di Catania. Una storia agghiacciante, l’ennesima purtroppo. Vittima una 13enne, che dopo la violenza ha avuto la forza di raccontare tutto. Sette le persone arrestate, tutti ragazzi di origine egiziana arrivati in Italia anni fa senza documenti e ospiti per qualche tempo di una comunità alloggio. Il più grande ha 19 anni. Due sono minorenni. Il loro DNA è stato trovato addosso alla vittima. L’hanno violentata a turno, in sette. Davanti agli occhi del fidanzato 17enne, che nel frattempo era stato immobilizzato. Il branco probabilmente ha seguito la coppia, l’ha accerchiata e trascinata nei bagni pubblici della villa, che peraltro si trova a pochi passi dal corso principale di Catania, ampiamente presidiato dalle forze dell’ordine. Eppure nessuno ha visto, nessuno ha sentito nulla.  Una vicenda agghiacciante, e non la prima purtroppo. La ragazza ha raccontato tutto, sul corpo i segni – inequivocabili – della violenza. Ha riconosciuto i suoi aggressori. Ha raccontato, i dettagli di questo orrore che la segnerà per sempre. E ha solo 13 anni. Ed era nel centro di una grande città italiana. E avrebbe dovuto essere al sicuro. Invece, la sua vita è stata sconvolta per sempre. di Annalisa Grandi

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Nessuna infermità mentale per Alessia Pifferi

Invocare l’infermità mentale è una delle strategie difensive più usate. E abusate. È successo anc…

Un anno dalla strage di Cutro

Un anno è trascorso dalla notte tra il 25 e il 26 febbraio, quando un caicco naufragò di fronte a…

I più realisti del re

Negli ultimi sette giorni le Forze dell’ordine si sono rese protagoniste di due episodi incompren…

Modena: uomo barricato in casa con la moglie si consegna ai carabinieri

L’uomo, circa settantenne, aveva già compiuto un gesto simile il 26 dicembre 2022, quando dopo or…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI