app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Le Breuil - Cervinia

Cervinia, quasi adieu polemico

Bufera per la denominazione “Le Breuil” della celebre località turistica. Avviate le procedure per ripristinare il nome Breuil-Cervinia
|

Cervinia, quasi adieu polemico

Bufera per la denominazione “Le Breuil” della celebre località turistica. Avviate le procedure per ripristinare il nome Breuil-Cervinia
|

Cervinia, quasi adieu polemico

Bufera per la denominazione “Le Breuil” della celebre località turistica. Avviate le procedure per ripristinare il nome Breuil-Cervinia
|
|
Bufera per la denominazione “Le Breuil” della celebre località turistica. Avviate le procedure per ripristinare il nome Breuil-Cervinia
Vacanze di Natale a Cervinia, anzi no o forse ancora sì. In teoria, d’ora in poi non si sarebbe dovuto più dire così perché Cervinia sulla cartanon esiste più. Dopo 90 anni la frazione di 700 abitanti del Comune di Valtournenche, in Valle d’Aosta, è tornata a chiamarsi soltanto alla francese ovvero Le Breuil. Così è stato deciso mesi fa, non senza polemiche e una buona dose di stupore, dall’amministrazione locale. Se ne erano accorti in pochi perché la cartellonistica non era ancora stata cambiata ma, ora che la notizia è esplosa, chi lavora nel settore del turismo – cioè tutti – ha cominciato a preoccuparsene.
 
Il possibile danno di immagine è più che mai reale, dato che Cervinia resta un brand capace di attrarre turisti vicini e lontani anche solo ‘per sentito dire’. Cosa sarebbe successo se non si fosse più sentito parlare di Cervinia, che già aveva subìto il cambio di nome in epoca fascista, quando a dover primeggiare era la lingua italiana (lo stesso accadde a Courmayeur divenuta per qualche anno Cortemaggiore, mentre per Cervinia nel dopoguerra non si tornò all’antico)?
 
Il sindaco di Valtournanche Elisa Cicco dev’essersi accorto dello sfondone e ha annunciato il dietrofront. La Regione è d’accordo. Restano ignote le ragioni che avevano spinto al ritorno alle origini: «Motivi legati alla toponomastica», si limitavano a commentare dal Comune. Restano una montagna di dubbi, un balletto un po’ comico e la sensazione di andarsi a cercare figuracce gratis.

Di Ilaria Cuzzolin

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Milano e inquinamento, via da domani a nuove limitazioni

Non c’è più tempo. La notizia che vede Milano tra le città più inquinate al mondo ha spinto la Re…

Maxitamponamenti in A1: 30 auto coinvolte e 15 feriti, 2 gravi

Maxitamponamenti sull’Autostrada A1, nel tratto Piacenza – Parma, a causa della nebbia fitta: alm…

Confiscato per abusivismo edilizio il “Castello delle Cerimonie”

La sentenza di primo grado per lottizzazione abusiva era stata emessa dal tribunale di Torre Annu…

Crollo cantiere a Firenze, le ricerche incessanti dei dispersi

Proseguono senza sosta le ricerche dei Vigili del Fuoco per trovare i dispersi dopo il crollo avv…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI