app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
baby gang

La piaga delle baby gang

Il fenomeno delle baby gang è in costante espansione: da Genova a Milano fino a Roma, cosa accade e soprattutto perché
|

La piaga delle baby gang

Il fenomeno delle baby gang è in costante espansione: da Genova a Milano fino a Roma, cosa accade e soprattutto perché
|

La piaga delle baby gang

Il fenomeno delle baby gang è in costante espansione: da Genova a Milano fino a Roma, cosa accade e soprattutto perché
|
|
Il fenomeno delle baby gang è in costante espansione: da Genova a Milano fino a Roma, cosa accade e soprattutto perché
Ogni giorno la cronaca riporta episodi di violenza da parte di baby gang costituite da ragazzini e ragazzine minorenni. A fine settembre, a Lodi, la polizia è intervenuta contro una di queste bande che rapinavano studenti rubando cellulari, portafogli, catenine. Il tutto a pochi passi dalla stazione ferroviaria. Nel giorno di Santo Stefano a Casalpusterlengo, sempre in provincia di Lodi, intorno alle 23,30, cinquanta giovani fra i 16 e i 20 anni hanno dato luogo a una maxi-rissa, dopo che un altro gruppo di ragazzi aveva tentato di rubare un cellulare a un coetaneo in piazza del Popolo che stava chiacchierando con altri amici. L’aggressione era premeditata, i giovani avevano con sé delle catene. Lo scontro è stato molto violento e si è esteso nelle strade limitrofe bloccando il traffico. Ci sarebbero stati dei feriti, che si sono però dileguati all’arrivo delle forze dell’ordine. Il fenomeno delle baby gang ha origini lontane. Gli psicologi affermano che, quando la fonte di frustrazione non può essere controllata, l’aggressività si rivolge verso un obiettivo debole. Spiegazione che, a mio parere, è un po’ semplicistica e non tiene conto che il fenomeno ha un luogo e una data precisa di origine – la Genova degli anni Duemila – e che si è poi progressivamente allargato a macchia d’olio a Milano (soprattutto nella zona dei Navigli) e in altre località della Lombardia. Ma queste risse a colpi di catene e coltelli avvengono anche a Roma, nelle zone della incontrollata movida: a Ponte Milvio sul Tevere e a Trastevere nelle ormai famigerate piazze di San Callisto e Trilussa. All’inizio si trattava di adolescenti di origine sudamericana, salvadoregni in particolare, comunque figli di famiglie da tempo immigrate e inserite nel contesto locale, che tendevano a imitare – utilizzando gli stessi nomi delle bande locali – i gruppi armati che da molti anni si fronteggiano in quel Paese. Stessi loghi, stessi tatuaggi, stesse magliette, stessa parlata slang. Al di là dei facili sociologismi, questi gruppi sono stati da tempo ‘attenzionati’ dalla ‘ndrangheta per lo spaccio delle droghe sintetiche, per il controllo delle corse irregolari dei cavalli e dei combattimenti fra cani. Purtroppo il fenomeno è in espansione anche perché – essendo questi ragazzi spesso minorenni, quindi non facilmente perseguibili – sono utilizzati come informatori da una parte e dall’altra: dai criminali della ‘ndrangheta e, ahinoi, dalle stesse forze dell’ordine. Chi ci va di mezzo è il cittadino. di Andrea Pamparana La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Padova, donna caduta da un cavalcavia sopra l’autostrada A4: non si è tolta la vita, è stata uccisa. Fermato il compagno

30 Maggio 2024
Ieri, all’alba, la tragica notizia: una donna di 34 anni sembrava essersi tolta la vita lanciand…

Conclusa la rivolta al carcere Beccaria di Milano

29 Maggio 2024
Nel pomeriggio un gruppo di detenuti si sarebbe asserragliato in un’ala dell’istituto penitenzia…

Brescia, a 50 anni dalla strage di piazza della Loggia la giustizia ancora cerca un equilibrio

28 Maggio 2024
Nel 1974 lo stragismo neofascista mise a segno due gravi attentati: il 28 maggio a Brescia e la …

Mollata sul Gra per un 5 in latino

28 Maggio 2024
Una storia assurda quella di una madre che ha letteralmente abbandonato la figlia sedicenne sul …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI