app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app
liliana segre

Mai contenta

Liliana Segre racconta il suo pessimismo, il suo non essere mai contenta e dedica il suo intervento a un neonato deportato quando aveva un solo giorno di vita

|

Mai contenta

Liliana Segre racconta il suo pessimismo, il suo non essere mai contenta e dedica il suo intervento a un neonato deportato quando aveva un solo giorno di vita

|

Mai contenta

Liliana Segre racconta il suo pessimismo, il suo non essere mai contenta e dedica il suo intervento a un neonato deportato quando aveva un solo giorno di vita

|
|

Liliana Segre racconta il suo pessimismo, il suo non essere mai contenta e dedica il suo intervento a un neonato deportato quando aveva un solo giorno di vita

È vero che non sono mai contenta come dice il sindaco Beppe Sala. Perché quando si è così vecchi e si è assistito a così tanto orrore e si arriva a vedere che c’è persino qualcuno che nega quanto accaduto, non si può essere contenti. Quando a un certo punto la propria coscienza si sveglia, dopo che si è stati ammalati, non capiti, dopo che si è stati per tanto tempo silenziosi e non si è stati nessuno, non si può essere contenti.  

Per chi ha visto quell’orrore, ciò che viene fatto non è mai abbastanza. Una come me non può non essere pessimista. Sono certa che tra qualche anno sui libri di storia non ci sarà più nemmeno una riga. Io lo so cosa dice la gente del giorno della memoria: ‘Che noia con questi ebrei!’.

Il giorno della memoria è importante ma le pietre d’inciampo lo sono ancora di più. Penso che dovrebbero essere più alte, per poterci mettere un fiore o una pietra come si usa nei cimiteri ebraici. Invece nel giro di poco vengono coperte da una macchina, un monopattino, quando non è una vernice nera messa lì per dire ‘fai schifo’. Ecco perché è importante portare i ragazzi a conoscere questi nomi. Perché il nome non è solo qualcosa che ti danno alla nascita ma dice anche chi sei, come essere umano, ragion per cui nei campi usavano sostituirli con dei numeri.

Oggigiorno uno su mille si ferma a guardare queste pietre. Eppure sono queste a ricordarci che il giorno della memoria è per sempre, ogni giorno. Le mie pietre di inciampo sono quelle di mio padre e dei miei nonni. Sono quella tomba che non c’è stata permessa dopo che le loro vite di sono disperse nella cenere di Auschwitz.

Ogni pietra d’inciampo dovrebbe essere dedicata a un bambino, come quella che da qualche parte ricorda un neonato deportato il giorno dopo essere nato. Lui dovrebbe essere il simbolo di tutte le pietre d’inciampo, perché davanti al bambino innocente tutto il mondo si deve inchinare e dire MAI PIÙ“.

Così Liliana Segre, a margine della conferenza stampa di presentazione delle iniziative su Milano per il #giornodellamemoria, tra cui un tram della linea 9 su cui compare la pubblicità del “Memoriale della Shoah” senza che vi sia l’indirizzo, “dettaglio” per cui la Senatrice Segre si è lamentata con il sindaco. Lo ricordiamo noi più che volentieri: Piazza Edmond Jacob Safra 1, Milano.

tram memoriale della shoah liliana segre

Minore uccide tartaruga, l’Enpa agirà (anche) contro i genitori

Quanto successo a La Spezia, dove un minore ha fracassato una tartaruga fino a ucciderla, merita …

Tragedia all’Università Iulm, il cordoglio della redazione

Stamane una ragazza di 19 anni si è tolta la vita in università. Una tragedia che impone silenzio…

‘Ndrine, latinos e mafie

Cocaina, pizzo e pistole, mentre le ‘ndrine operano in silenzio e controllano il tutto, arricchen…

Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio

Il compleanno di una 17enne, in un giovedì qualunque romano, si è trasformato in tragedia

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl