app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Morta la pensionata

Morta la pensionata colpita da malore dopo errore nella bolletta

Avrebbe dovuto pagare 55 euro di bolletta dell’acqua ma si era ritrovata 15.339 euro come cifra da sborsare. Dopo essere stata ricoverata, è morta la pensionata di Camporosso
|

Morta la pensionata colpita da malore dopo errore nella bolletta

Avrebbe dovuto pagare 55 euro di bolletta dell’acqua ma si era ritrovata 15.339 euro come cifra da sborsare. Dopo essere stata ricoverata, è morta la pensionata di Camporosso
|

Morta la pensionata colpita da malore dopo errore nella bolletta

Avrebbe dovuto pagare 55 euro di bolletta dell’acqua ma si era ritrovata 15.339 euro come cifra da sborsare. Dopo essere stata ricoverata, è morta la pensionata di Camporosso
|
|
Avrebbe dovuto pagare 55 euro di bolletta dell’acqua ma si era ritrovata 15.339 euro come cifra da sborsare. Dopo essere stata ricoverata, è morta la pensionata di Camporosso
Avrebbe dovuto pagare 55 euro di bolletta dell’acqua ma si era ritrovata 15.339 euro come cifra da sborsare. Accade a Camporosso (Imperia). La donna, una pensionata di 88 anni, si era sentita male – raccontano i familiari – subito dopo che la nuora, a inizio dicembre, le aveva letto i dati della bolletta dell’acqua (che faceva riferimento al periodo agosto-ottobre 2023) e, in particolare, la cifra da pagare: 15.339 euro. Somma che era stata versata per metà (settembre-ottobre 2023) – in automaticodall’istituto di credito e che le aveva immediatamente svuotato il conto corrente. In realtà, è stato in seguito appurato che il consumo dell’abitazione dell’anziana era di soli 55 euro. Lo choc è stato fortissimo e la pensionata – che dopo essersi sentita male, era finita in rianimazione – è morta il 24 dicembre. La società che gestisce l’acquedotto (esterna al comune di Camporosso) ha immediatamente ammesso il gravissimo errore: “La fattura era stata calcolata sulla base di una foto-lettura non corretta. Il reale consumo ammontava a 55 euro. È stato rimborsato quanto già versato e non dovuto”. “La foto-lettura del contatore […] si riferisce infatti ad un contatore di terzi”, si legge. Scuse che non bastano, in particolare ai familiari della pensionata, figli in primis, che chiedono immediata chiarezza e che vengano accertate le responsabilità di chi ha commesso lo sbaglio. Certamente l’88enne era una persona anziana e fragile ma ciò non può giustificare in alcun modo un errore del genere. I familiari della donna non escludono di rivolgersi a un legale per riuscire a fare luce sulla vicenda. di Filippo Messina La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Nessuna infermità mentale per Alessia Pifferi

Invocare l’infermità mentale è una delle strategie difensive più usate. E abusate. È successo anc…

Un anno dalla strage di Cutro

Un anno è trascorso dalla notte tra il 25 e il 26 febbraio, quando un caicco naufragò di fronte a…

I più realisti del re

Negli ultimi sette giorni le Forze dell’ordine si sono rese protagoniste di due episodi incompren…

Modena: uomo barricato in casa con la moglie si consegna ai carabinieri

L’uomo, circa settantenne, aveva già compiuto un gesto simile il 26 dicembre 2022, quando dopo or…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI