app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Le parole di Schlein, Abodi e Casini

Le parole di Schlein, Abodi e Casini: uniti in piazza per Navalny

Fiaccolata a Roma in memoria del coraggio di Alexei Navalny e per la libertà contro l’oppressione del regime russo: le parole di Elly Schlein, Andrea Abodi e Pier Ferdinando Casini
|

Le parole di Schlein, Abodi e Casini: uniti in piazza per Navalny

Fiaccolata a Roma in memoria del coraggio di Alexei Navalny e per la libertà contro l’oppressione del regime russo: le parole di Elly Schlein, Andrea Abodi e Pier Ferdinando Casini
|

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Ragione (@laragione.eu)

Le parole di Schlein, Abodi e Casini: uniti in piazza per Navalny

Fiaccolata a Roma in memoria del coraggio di Alexei Navalny e per la libertà contro l’oppressione del regime russo: le parole di Elly Schlein, Andrea Abodi e Pier Ferdinando Casini
|
|
Fiaccolata a Roma in memoria del coraggio di Alexei Navalny e per la libertà contro l’oppressione del regime russo: le parole di Elly Schlein, Andrea Abodi e Pier Ferdinando Casini
Tutti uniti in onore di Alexei Navalny e in difesa della libertà durante la fiaccolata in Campidoglio, a Roma, delle ultime ore. La segretaria del PD Elly Schlein:”Siamo convinti che bisogna alzare la voce contro un regime che uccide la libertà, uccide il dissenso. Ci sono chiare responsabilità politiche dietro la morte di Navalny e risalgono al regime russo, risalgono a Vladimir Putin. Il nostro essere qui stasera è anche una solidarietà non soltanto alla sua famiglia, ma anche a tutti quegli attivisti che in questi giorni, in queste ore, per il solo fatto di manifestare pacificamente il loro dissenso, vengono arrestati in Russia. Noi democratici saremo sempre a difesa della libertà e della democrazia”, ha dichiarato. Il ministro dello Sport, Andrea Abodi, risponde alle proteste in piazza contro gli esponenti della Lega e i loro dubbi sulle responsabilità di Putin sulla vicenda: “Io penso che le affermazioni della Lega, di qualche esponente nel passato, oggi debbano in qualche maniera tener conto di quello che sta accadendo. Le stagioni della politica internazionale non sono una linea retta, purtroppo. O meglio, bisogna saper valutare fatto dopo fatto. E quello che è successo è inequivocabile. Di fronte a quello che è successo non si possono avere tentennamenti”. Netta la solidarietà anche del senatore Pier Ferdinando Casini: “Putin non può pensare di piegare la realtà a suo piacimento. Lo fa in Russia, non lo può fare in Europa. Difendere l’Ucraina significa difendere i valori dell’Occidente ed essere qui oggi con la famiglia di Navalny significa difendere questi valori e dire che sono degli eroi, eroi della libertà, eroi del giorno d’oggi dove ormai gli eroi non se ne sono più”. di Giacomo Chiuchiolo    

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

G7 in diretta da Capri

19 Aprile 2024
Oggi si chiude il G7 Esteri, in corso da due giorni a Capri. L’analisi sulle questioni decisive …

Dal G7 di Capri, il racconto della seconda giornata

19 Aprile 2024
Il racconto del secondo giorno di G7 a Capri, due i punti chiave: sostenere lo scudo difensivo d…

Europei

19 Aprile 2024
Più che parlare di Mario Draghi, si dovrebbe parlare dei temi che lui discute. Ad oggi, totalmen…

Valditara: “La protesta alla Sapienza è sbagliata”. IL VIDEO

18 Aprile 2024
“La scienza e la ricerca sono libere e non sono sottomesse alla politica”, così il ministro dell…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI