app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Afragola bambino

Afragola, bambino autistico allontanato durante un evento contro il bullismo a scuola

Il bambino è stato cacciato dalla palestra della scuola durante un evento contro il bullismo. Un episodio increscioso accaduto in una scuola ad Afragola (Napoli)

|

Afragola, bambino autistico allontanato durante un evento contro il bullismo a scuola

Il bambino è stato cacciato dalla palestra della scuola durante un evento contro il bullismo. Un episodio increscioso accaduto in una scuola ad Afragola (Napoli)

|

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da La Ragione (@laragione.eu)

Afragola, bambino autistico allontanato durante un evento contro il bullismo a scuola

Il bambino è stato cacciato dalla palestra della scuola durante un evento contro il bullismo. Un episodio increscioso accaduto in una scuola ad Afragola (Napoli)

|
|

Il bambino è stato cacciato dalla palestra della scuola durante un evento contro il bullismo. Un episodio increscioso accaduto in una scuola ad Afragola (Napoli)

Cacciato dalla palestra della scuola durante un evento contro il bullismo. Sembra incredibile, un controsenso. Eppure è l’episodio increscioso accaduto in un istituto scolastico ad Afragola, in provincia di Napoli, dove un 11enne alunno affetto da autismo è stato allontanato dall’evento sul bullismo dalla preside perché avrebbe disturbato gli altri partecipanti. Il dirigente scolastico ha detto all’insegnante di sostegno di portare via il ragazzino, nel silenzio generale. Troppo rumorosi i suoni emessi dall’alunno. La mamma del bambino autistico ha saputo quanto era avvenuto solo a distanza di settimane (il fatto si è verificato lo scorso 11 febbraio).

Nessuno si è opposto, nessuno ha osato contraddire la preside. C’è un video sulla vicenda che testimonia quanto è avvenuto. La mamma del bambino allontanato dalla palestra – che ha anche un altro figlio autistico – si è rivolta all’associazione La battaglia di Andrea” che da anni si batte per i diritti dei diversamente abili e si è anche affidata a un noto avvocato napoletano per tutelare i diritti di suo figlio. Il dirigente scolastico dell’istituto ha poi spiegato a Sky Tg24 di “aver sbagliato nei modi” ma che la sua intenzione era positiva. Voleva “creare un ambiente sereno” intorno all’11enne autistico, che le era apparso agitato. Insomma, una questione di forma, piuttosto che di sostanza. Invece dal video si evince altro: la donna, infastidita dai suoni emessi dal bambino, l’ha fatto cacciare dalla palestra. “Quello se ne va in classe” è l’espressione utilizzata. Un’espressione che sa di vergogna.

di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

La Ragione e Albatros al Fuorisalone di Milano

19 Aprile 2024
Si è tenuto oggi, nell’oasi di Piazza San Marco (in Brera) a Milano, il secondo appuntamento de …

L’intervista video agli studenti in sciopero della fame dell’Università La Sapienza di Roma

18 Aprile 2024
Continuano le proteste all’Università La Sapienza di Roma: le dichiarazioni dei due studenti, Fr…

“Napoli sarà sepolta sotto 30 metri di cenere”: l’allarme della tv svizzera

17 Aprile 2024
Il canale tv svizzero Rsi ha pubblicato un reportage in cui lo scenario per la città di Napoli s…

A Torino vietato fumare all’aperto a meno di 5 metri dalle altre persone

17 Aprile 2024
A Torino sarà vietato fumare all’aperto a una distanza inferiore ai 5 metri da altre persone, a …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI