app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Infinito ballo dell’esame di maturità

L’esame di maturità 2022 tornerà in presenza per oltre la metà delle prove, in quello che il ministro della Pubblica Istruzione Bianchi ha definito “un graduale ritorno alla normalità”. Ciò che lascia perplessi è il continuo cambiare le formule dell’esame stesso, governo dopo governo.
| ,

Infinito ballo dell’esame di maturità

L’esame di maturità 2022 tornerà in presenza per oltre la metà delle prove, in quello che il ministro della Pubblica Istruzione Bianchi ha definito “un graduale ritorno alla normalità”. Ciò che lascia perplessi è il continuo cambiare le formule dell’esame stesso, governo dopo governo.
| ,

Infinito ballo dell’esame di maturità

L’esame di maturità 2022 tornerà in presenza per oltre la metà delle prove, in quello che il ministro della Pubblica Istruzione Bianchi ha definito “un graduale ritorno alla normalità”. Ciò che lascia perplessi è il continuo cambiare le formule dell’esame stesso, governo dopo governo.
| ,
| ,
L’esame di maturità 2022 tornerà in presenza per oltre la metà delle prove, in quello che il ministro della Pubblica Istruzione Bianchi ha definito “un graduale ritorno alla normalità”. Ciò che lascia perplessi è il continuo cambiare le formule dell’esame stesso, governo dopo governo.

 

L’esame di maturità 2022 tornerà in presenza per oltre la metà delle prove. Questa è senza dubbio una buona notizia, indicando – come sottolineato dallo stesso ministro della Pubblica istruzione Bianchi – un «graduale ritorno alla normalità». Ciò che lascia perplessi è il continuo balletto delle formule dell’esame stesso, manco fosse il corso di pozioni alla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts, resa celebre dai romanzi di Harry Potter. Perché il graduale ritorno alla normalità prevede anche l’Easter Egg dell’addio alla tesina, mentre entra in scena un ‘colloquio’ su temi che spaziano dall’educazione civica all’alternanza scuola-lavoro. Sì, proprio quella recentemente dimezzata in ossequio a ben note resistenze di varia origine.

Quanto alle prove scritte, saranno due e si comincerà il 22 giugno con quello che un tempo era il tema. Sette le diverse tracce, divise in tre tipologie. Il giorno dopo, la seconda prova scritta divisa per indirizzo scolastico. Scritti in presenza, mentre gli orali potranno anche tenersi online (a oggi, si fa riferimento alla videocall solo per i candidati che dovessero essere materialmente impossibilitati a presenziare al colloquio orale. Impedimento da certificare). Tecnicismi a parte, il punto resta sempre lo stesso: non c’è governo o ministro competente che resista alla tentazione di metter mano all’esame di maturità, anche se di ogni novità si perde subito traccia in questo infinito tourbillon. Comunque, tranquilli ragazzi: verrete promossi tutti.

 

di Marco Sallustro

Chi continua a lanciare i pallini alla prof

La prof “impallinata” a Rovigo lamenta di essere stata lasciata sola. La responsabilità degli adu…

Come usiamo le opportunità del digitale in Italia?

Statistiche alla mano, l’Italia ha uno sviluppo digital nella media. Almeno, finché non si tratta…

Dalla rapina in casa allo sfogo di Facchinetti contro i politici

Dopo la rapina in casa del padre, Francesco Facchinetti ha fatto un video dove reclama più sicure…

Questione di genere, grammatica e sostanza

Siamo proprio sicuri che la battaglia per il rispetto di genere e di chi non si senta inquadrabil…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl