app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

Vaccinarsi all’orientale

Nello studio pubblicato su “Vaccines”, i ricercatori dell’Università di Tsukuba hanno esaminato i cambiamenti rispetto all’accettazione del vaccino in un periodo di cinque mesi, analizzando i cosiddetti “fattori della titubanza”.
|

Vaccinarsi all’orientale

Nello studio pubblicato su “Vaccines”, i ricercatori dell’Università di Tsukuba hanno esaminato i cambiamenti rispetto all’accettazione del vaccino in un periodo di cinque mesi, analizzando i cosiddetti “fattori della titubanza”.
|

Vaccinarsi all’orientale

Nello studio pubblicato su “Vaccines”, i ricercatori dell’Università di Tsukuba hanno esaminato i cambiamenti rispetto all’accettazione del vaccino in un periodo di cinque mesi, analizzando i cosiddetti “fattori della titubanza”.
|
|
Nello studio pubblicato su “Vaccines”, i ricercatori dell’Università di Tsukuba hanno esaminato i cambiamenti rispetto all’accettazione del vaccino in un periodo di cinque mesi, analizzando i cosiddetti “fattori della titubanza”.

I no-vax non sono convinti al 100%. Nel mondo c’è una percentuale considerevole di individui esitanti e questo fenomeno è l’ostacolo principale a garanzia della protezione contro la diffusione del Covid-19. Ora uno studio targato Giappone ha scoperto i fattori che influenzano l’atteggiamento sui vaccini, conoscenza preziosa per combattere l’indecisione.

Nello studio pubblicato su “Vaccines” i ricercatori dell’Università di Tsukuba hanno esaminato i cambiamenti rispetto all’accettazione del vaccino in un periodo di cinque mesi. Gli atteggiamenti rispetto alla vaccinazione sono influenzati dalla salute personale, dal contesto, dalle emozioni e dai cambiamenti socio-economici. Quando la posta in gioco è elevata gli indecisi si impegnano soprattutto nell’osservazione del comportamento altrui: cosa fanno i membri del mio gruppo sociale?

La titubanza nei confronti dei vaccini è un comportamento complesso influenzato da diversi fattori: conoscenza, informazione, norme sociali, alfabetizzazione sanitaria, percezione del rischio, fiducia nel governo e nelle istituzioni e soprattutto esperienza. Chi in passato è stato a contatto con errori medici tende ad avere scarsa fiducia nelle soluzioni proposte dal sistema sanitario.

Gli autori dello studio hanno condotto un sondaggio online in cui è stato chiesto a mille individui giapponesi di diverse fasce di età di rispondere a domande riguardanti l’attitudine alla vaccinazione. Hanno indagato i comportamenti legati alla salute, le percezioni del rischio di Covid- 19, l’ansia e gli atteggiamenti verso scienza e pseudoscienza.

Sono state esplorate anche le ragioni dei cambiamenti di atteggiamento nel tempo. Rispetto agli studi precedenti, in cui l’esitazione è considerata una variabile binaria – voglio/non voglio essere vaccinato – in questa ricerca si evidenzia quanto la titubanza sia piuttosto un continuum, con un numero importante di persone nel mezzo incerte sulla vaccinazione. I dati indicano che l’accettazione del vaccino correla con età più avanzata, reddito elevato, regolare vaccinazione antinfluenzale, esercizio fisico, istruzione elevata e soprattutto maggiore ansia legata al Covid.

A coloro che hanno cambiato la loro opinione da esitante ad accettante è stato chiesto il motivo del cambiamento: «Lo stato attuale dell’infezione, compresa l’emergenza varianti» (29,9%) seguito da «Le persone intorno a me si sono vaccinate». I giapponesi decidono in base a cosa li spaventa e poi guardano cosa fanno gli altri. Pure noi, che comunque siamo per il 90% vaccinati.

 

di Daniel Bulla

Chi continua a lanciare i pallini alla prof

La prof “impallinata” a Rovigo lamenta di essere stata lasciata sola. La responsabilità degli adu…

Come usiamo le opportunità del digitale in Italia?

Statistiche alla mano, l’Italia ha uno sviluppo digital nella media. Almeno, finché non si tratta…

Dalla rapina in casa allo sfogo di Facchinetti contro i politici

Dopo la rapina in casa del padre, Francesco Facchinetti ha fatto un video dove reclama più sicure…

Questione di genere, grammatica e sostanza

Siamo proprio sicuri che la battaglia per il rispetto di genere e di chi non si senta inquadrabil…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl