app-menu Social mobile

Scarica e leggi gratis su app

I cinesi non ne possono più

Il popolo cinese contro la strategia “zero Covid”. La gente non ce la fa più e nel fine settimana in decine di migliaia hanno protestato da Pechino a Shanghai
|

I cinesi non ne possono più

Il popolo cinese contro la strategia “zero Covid”. La gente non ce la fa più e nel fine settimana in decine di migliaia hanno protestato da Pechino a Shanghai
|

I cinesi non ne possono più

Il popolo cinese contro la strategia “zero Covid”. La gente non ce la fa più e nel fine settimana in decine di migliaia hanno protestato da Pechino a Shanghai
|
|
Il popolo cinese contro la strategia “zero Covid”. La gente non ce la fa più e nel fine settimana in decine di migliaia hanno protestato da Pechino a Shanghai

La politica “zero Covid” è stata scelta sin dal primo giorno dal leader cinese Xi Jinping: la massima severità possibile pur di stroncare la pandemia. Quella che nelle prime, terribili settimane dell’esplosione dei casi portò a sigillare decine di milioni di persone in diverse città cinesi. Ai tempi in modo non lontanissimo dalle scelte radicali dell’Italia e via via di tutti gli altri Paesi occidentali, ma oggi sconosciute altrove. La gente non ce la fa più e nel fine settimana in decine di migliaia hanno protestato da Pechino a Shanghai. All’obiettivo “zero Covid” Xi Jinping si è però politicamente impiccato al XX Congresso del Partito comunista cinese. L’ha indicato come una scelta intoccabile e lo ha fatto sul più alto palcoscenico del potere. Quello su cui, se perdi la faccia, sei finito.

Solo che i cinesi non ne possono più. Si è partiti con la protesta via social, poi le persone hanno invaso le strade. La repressione è stata immediata, ma il fatto che si sia saputo delle proteste e che sia arrivato un discreto numero di immagini dà l’idea della dimensione delle stesse. In un Paese che usa con assoluta disinvoltura la censura dei media, se filtra qualcosa che a Pechino si vorrebbe nascondere a tutti costi vuol dire che è semplicemente troppo grande.

Inutile spingersi oltre, per il momento, ma a pochi giorni da un’investitura che nelle idee del Capo doveva essere a vita, è un fastidiosissimo granello di sabbia in una macchina che il dittatore e i suoi fedelissimi avevano immaginato perfetta.

Di Marco Sallustro

Prostituzione in Germania, gli effetti della legalizzazione

Tutti gli effetti della legalizzazione della prostituzione in Germania, sulla carta legge raziona…

L’unico modo per fermare la guerra

C’è un solo modo per fermare la guerra: chiarire ai russi che non potranno mai vincerla

Il perenne conflitto israelo-palestinese

Anche la televisione può aiutare a capire “la guerra perenne” in Israele. Proviamoci a partire da…

I guai del governo inglese

Sunak aveva promesso un governo “integro, professionale e responsabile” ma dopo tre mesi la sua l…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI

LA RAGIONE – LE ALI DELLA LIBERTA’ SCRL
Direttore editoriale Davide Giacalone
Direttore responsabile Fulvio Giuliani
Sede legale: via Senato, 6 - 20121 Milano (MI) PI, CF e N. iscrizione al Registro Imprese di Milano: 11605210969 Numero Rea: MI-2614229

Per informazioni scrivi a info@laragione.eu

Copyright © La Ragione - leAli alla libertà

Powered by Sernicola Labs Srl