app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Biden

L’ombra della demenza senile tra Trump e Biden

All’indomani del primo duello tv, pesano i dubbi sulle capacità cognitive di Biden. Intervista a Simona Cintoli (Istituto di Neuroscienze CNR Pisa)

|

L’ombra della demenza senile tra Trump e Biden

All’indomani del primo duello tv, pesano i dubbi sulle capacità cognitive di Biden. Intervista a Simona Cintoli (Istituto di Neuroscienze CNR Pisa)

|

L’ombra della demenza senile tra Trump e Biden

All’indomani del primo duello tv, pesano i dubbi sulle capacità cognitive di Biden. Intervista a Simona Cintoli (Istituto di Neuroscienze CNR Pisa)

|
|

All’indomani del primo duello tv, pesano i dubbi sulle capacità cognitive di Biden. Intervista a Simona Cintoli (Istituto di Neuroscienze CNR Pisa)

Siamo al post duello tv tra Donald Trump e Joe Biden. La CNN aveva dettato regole severissime per il faccia a faccia. I due candidati alla presidenza americana si sono confrontati per 90 minuti, senza poter usare appunti, né avvalersi dei collaboratori durante le pause pubblicitarie: servivano fondamentale concentrazione, preparazione, improvvisazione, ma anche memoria e la dialettica. Proprio su questi punti l’attuale capo della Casa Bianca ha dimostrato più di una difficoltà, probabilmente per motivi anagrafici. Biden compirà 82 anni a novembre e già in occasione delle ultime uscite prima del dibattito, compreso il G7 in Puglia, è apparso affaticato. Per questo il suo avversario Trump aveva lanciato la sfida, sostenendo che “Tutti i presidenti dovrebbero essere sottoposti a test cognitivi”, come ha fatto lui stesso (78 anni appena compiuti), per escludere che possano essere affetti da demenza senile. “È chiaro che a risentire del passare degli anni non è solo il fisico, ma anche il cervello con le sue funzioni. Alcune defaillance possono essere fisiologiche, ma i test cognitivi servono proprio a capire se il soggetto rientra nelle soglie di normalità. Per esempio, alcune dimenticanze possono capitare, ma va valutato se sono negli standard rispetto all’età e alla scolarizzazione del soggetto”, spiega Simona Cintoli, psicologa collaboratrice presso l’Istituto di Neuroscienze del CNR di Pisa e il Centro per i disturbi cognitivi e demenze, della AOUP Neurologia di Pisa.

I campanelli d’allarme che preoccupano l’opinione pubblica americana, confermati al G7 e ieri notte, sono “le difficoltà di attenzione, i problemi di memoria, ma anche possibili difficoltà viso-spaziali, come i movimenti in uno spazio o rispetto a punti fissi”, spiega l’esperta. Il pensiero va alle ripetute gaffes del Presidente (ha chiamato Mitterand l’attuale presidente francese Macron, ha confuso la guerra in Ucraina con quella in Iraq, ecc.) o a quella che è sembrata una difficoltà di concentrazione e persino di movimento, con inciampi e cadute.Il tratto tipico delle demenze, che devono poi essere valutate in modo specifico caso per caso, sono le dimenticanze, che non si limitano a non ricordare saltuariamente dove si sono lasciate le chiavi: la patologia deve avere caratteristiche di intensità e frequenza – sottolinea Cintoli – In alcuni casi come la demenza di Parkinson, comunque, si possono aggiungere anche sintomi motori, come una certa rigidità muscolare e difficoltà di equilibrio”. Anche l’eloquio rappresenta un potenziale segnale da monitorare. IWall Street Journal tempo fa titolava Biden show signs of sleeping, citando i discorsi dei mesi scorsi, pronunciati con una marcata lentezza, lunghe pause e voce fioca. Dopo lo screening periodico di fine febbraio, lo staff medico presidenziale lo aveva dichiarato assolutamente fit, “idoneo”, ma un report divulgato nello stesso periodo lo desciveva come hazyfuzzy, faulty, poor e con significant limitations, insomma con “confuso”, “appannato”, “difettoso”, “povero” e con “significative limitazioni”.  

Le immagini di Giorgia Meloni che richiama l’attenzione di Joe Biden durante l’esibizione dei paracadutisti a Borgo Ignazia (prendendolo delicatamente per un braccio), mentre il Presidente appare spaesato hanno attirato l’attenzione anche Oltreoceano.

di Eleonora Lorusso

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Trump è ufficialmente il candidato repubblicano, Vance vicepresidente

16 Luglio 2024
“JD Vance è un clone di Trump su questi temi”, ha detto Biden prima di salire sull’Air Force One

Attentato Trump, identificato lo spettatore rimasto ucciso: “Corey è morto da eroe”

15 Luglio 2024
Si chiamava Corey Comperatore il 50enne italo americano – originario della Calabria ed ex capo d…

L’America dell’odio

15 Luglio 2024
Dopo l’attentato a Trump, gli Stati Uniti d’America si sono scoperti più fragili, più divisi, in…

Attentato a Trump, America sotto shock

14 Luglio 2024
Trump, dimesso, prosegue la campagna elettorale, che però segna una svolta. Massima attenzione a…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI