app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Principessa Diana e paziente malato di AIDS

Giornata mondiale contro l’AIDS: non abbassiamo la guardia

Pubblicati i dati dell’Istituto Superiore di Sanità sulle nuove diagnosi di Hiv e Aids in Italia. Al via le campagne di sensibilizzazione per effettuare test gratuiti
|

Giornata mondiale contro l’AIDS: non abbassiamo la guardia

Pubblicati i dati dell’Istituto Superiore di Sanità sulle nuove diagnosi di Hiv e Aids in Italia. Al via le campagne di sensibilizzazione per effettuare test gratuiti
|

Giornata mondiale contro l’AIDS: non abbassiamo la guardia

Pubblicati i dati dell’Istituto Superiore di Sanità sulle nuove diagnosi di Hiv e Aids in Italia. Al via le campagne di sensibilizzazione per effettuare test gratuiti
|
|
Pubblicati i dati dell’Istituto Superiore di Sanità sulle nuove diagnosi di Hiv e Aids in Italia. Al via le campagne di sensibilizzazione per effettuare test gratuiti
Era il 1987 quando la principessa Diana strinse la mano (senza guanti) ai pazienti affetti da Hiv/Aids dell’ospedale Middlesex di Londra, per combattere gli stereotipi sulla trasmissione di una malattia allora equivalente a una sentenza di morte. Nel nostro Paese gli anni successivi furono caratterizzati da un boom di “pubblicità progresso” sui giornali, nelle tv e persino da campagne shock come quelle del fotografo Oliviero Toscani.
 
Secondo i dati pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità, in Italia nel 2022 le nuove diagnosi di Hiv (1.888) e Aids (403) hanno subìto una riduzione evidente rispetto al biennio 2018-2020 ma sono in aumento negli anni post Covid-19. Nonostante i dati sulle nuove infezioni da Hiv pongano l’Italia al di sotto della media osservata fra i Paesi dell’Europa occidentale e dell’Unione europea (5,1 ogni 100mila residenti), colpisce il dato della Regione Campania, in cui l’incidenza di nuove diagnosi supera quella della media nazionale (3,9 a 3,2). Risultano in aumento le cosiddette “late presenters” ovvero le diagnosi tardive di persone che, non sentendosi a rischio, si testano quando la malattia ha già manifestato alcuni sintomi. Per questo oggi, in occasione della Giornata mondiale contro l’Aids, tutte le piazze italiane vedranno numerose iniziative (fra cui quelle di Croce Rossa Italiana) per sensibilizzare la popolazione e invitarla a effettuare test gratuiti.
 
Di Aids non si muore più ma abbassare la guardia è insensato e pericoloso.
Di Claudia Burgio

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Quanti guai se torna il morbillo

Molto probabilmente ci toccherà presto fare i conti con la recrudescenza di una patologia che pen…

Giornata Mondiale contro il cancro infantile: ancora troppe disparità

In Italia il tasso di sopravvivenza al cancro infantile è dell’80%, nei Paesi in via di sviluppo …

Spostarsi per curarsi vale 4 miliardi

Sono 800mila, l’equivalente degli abitanti di Bari, Catania e Messina messi insieme, gli italiani…

I soldi per salvare vite

La legge di bilancio ha cancellato 25milioni di euro destinati al contrasto dei disturbi alimenta…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI