app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app

Premier League messa a rischio da Omicron

La variante Omicron potrebbe sconvolgere le festività inglesi. Dopo il pranzo di Natale della Royal Family annullato dalla Regina causa pandemia, potrebbe toccare alle partite di Premier League che dovrebbero svolgersi tra il 24 dicembre e Capodanno.
|

Premier League messa a rischio da Omicron

La variante Omicron potrebbe sconvolgere le festività inglesi. Dopo il pranzo di Natale della Royal Family annullato dalla Regina causa pandemia, potrebbe toccare alle partite di Premier League che dovrebbero svolgersi tra il 24 dicembre e Capodanno.
|

Premier League messa a rischio da Omicron

La variante Omicron potrebbe sconvolgere le festività inglesi. Dopo il pranzo di Natale della Royal Family annullato dalla Regina causa pandemia, potrebbe toccare alle partite di Premier League che dovrebbero svolgersi tra il 24 dicembre e Capodanno.
|
|
La variante Omicron potrebbe sconvolgere le festività inglesi. Dopo il pranzo di Natale della Royal Family annullato dalla Regina causa pandemia, potrebbe toccare alle partite di Premier League che dovrebbero svolgersi tra il 24 dicembre e Capodanno.
La variante Omicron potrebbe stravolgere le abitudini degli inglesi durante le festività, compresa l’abbuffata di partite di Premier League tra il 24 dicembre e Capodanno. Gare rinviate in serie, da Tottenham-Leicester (in programma ieri ed è la seconda di fila saltata per la squadra di Antonio Conte) a Manchester United-Brighton e a un altro terzetto di incontri. La furia del Covid ha prodotto 42 casi fra giocatori e membri degli staff nell’ultima  settimana in Premier (molti di loro non erano vaccinati) ma il conto a breve sarà più alto, con 19 casi al Manchester United, un nutrito numero anche al Tottenham, quattro al Brentford, tre al Chelsea. Diversi club stanno invitando la Premier a prendere provvedimenti tempestivi per evitare altri focolai mentre Jurgen Klopp, tecnico del Liverpool, chiede che siano resi noti i calciatori positivi. Nel frattempo il board del campionato smentisce l’ipotesi di uno stop al torneo sino a metà gennaio, sperando che l’impatto di Omicron (ieri 77mila positivi nel Regno Unito) inizi a calare. Piuttosto, la Premier sarebbe intenzionata a tagliare gli stipendi agli atleti no-vax, seguendo l’esempio del Bayern Monaco con Kimmich (che nel frattempo si è contagiato e ha promesso di vaccinarsi) e altri suoi compagni di squadra. Dunque, linea dura per evitare di sospendere il torneo. Un (potenziale) colpo al cuore per gli inglesi, già costretti a rinunciare al gossip da tabloid sul pranzo di Natale della Royal Family, annullato dalla Regina sempre a causa della pandemia. di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Troppo Djokovic per Musetti, serbo in finale contro Alcaraz

12 Luglio 2024
Novak Djokovic, che ha già vinto 7 volte Wimbledon, vola in finale del torneo londinese dopo ave…

Coppa Wimbledon, fragole e panna

12 Luglio 2024
Costumi e ricorrenze sul verde del tennis inglese. In termini di marketing l’avventura si chiama…

La meravigliosa Italia di Jasmine

12 Luglio 2024
La bellezza della sfida agonistica della semifinale di ieri pomeriggio a Wimbledon, vinta da Pao…

Estasi Paolini, e finale a Wimbledon!

11 Luglio 2024
Jasmine Paolini batte la croata Donna Vekic e vola alla finale di Wimbledon. Ora è tra le miglio…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI