app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
Jannik Sinner trionfa a Miami

TurboSinner domina a Miami ed è N.2 al mondo!

Straordinario Jannik Sinner che batte 6-3, 6-1 Grigor Dimitrov e trionfa a Miami! L’altoatesino diventa ora il numero 2 al mondo superando Carlos Alcaraz

|

TurboSinner domina a Miami ed è N.2 al mondo!

Straordinario Jannik Sinner che batte 6-3, 6-1 Grigor Dimitrov e trionfa a Miami! L’altoatesino diventa ora il numero 2 al mondo superando Carlos Alcaraz

|

TurboSinner domina a Miami ed è N.2 al mondo!

Straordinario Jannik Sinner che batte 6-3, 6-1 Grigor Dimitrov e trionfa a Miami! L’altoatesino diventa ora il numero 2 al mondo superando Carlos Alcaraz

|
|

Straordinario Jannik Sinner che batte 6-3, 6-1 Grigor Dimitrov e trionfa a Miami! L’altoatesino diventa ora il numero 2 al mondo superando Carlos Alcaraz

E’ il nuovo numero due al mondo, ma da Miami con il trionfo in finale su Dimitrov (6-3, 6-1 in poco più di un’ora) arrivano solo pessime notizie per Alcaraz e soci. Jannik Sinner infatti sul cemento della Florida (il secondo Master 1000 in carriera dopo Toronto 2023), mette i sigilli sulla prima fetta del 2024, dominata dal primo all’ultimo colpo. Australian Open, Rotterdam, Miami appunto: 22 successi e una sola sconfitta, arrivata in tre set contro una versione extralusso di Carlos Alcaraz a Indian Wells, due settimane fa. 

Solo con una prestazione fuori dall’ordinario si può tener testa a Jannik. E solo lo spagnolo al momento può pensare di batterlo. Anche a Miami la sceneggiatura non è cambiata: il bulgaro Dimitrov con il suo meraviglioso rovescio a una mano è stato costretto a tenere subito un ritmo altissimo di gioco sin dalle prime fasi della partita, cercando sempre soluzioni diverse, tagli diversi ed estremi per reggere l’impeto di Jannik, il suo palleggio preciso e pesante da fondocampo a due dita dalle righe. Gli errori, le forzature per Dimitrov sono state solo una logica conseguenza. Nel secondo set infatti il bulgaro è letteralmente crollato, non ha retto più, è stato travolto dalla potenza e precisione di Sinner. Letteralmente ingiocabile, il fenomeno italiano, che in tre mesi ha dominato come lo si è visto fare solo con i mostri sacri che hanno scritto la storia degli ultimi 20 anni. Federer, Nadal, Djokovic: il Sinner che si vede da diverse settimane non è così distante da quel siderale livello di gioco. 

Il nuovo numero due al mondo è per ora un enigma non risolvibile per nessuno. Lo ha dimostrato nella prima parte di stagione che va in archivio, in attesa del via alla terra rossa (Montecarlo tra una manciata di giorni, poi anche Roma, fino al Roland Garros), dove peraltro ha da difendere ben pochi punti. A Parigi per esempio lo scorso anno è uscito al secondo turno, mentre Nole Djokovic dovrà difendere i punti del titolo e lo stesso dovrà fare Alcaraz a Wimbledon, dove lo spagnolo ha trionfato lo scorso anno, con Jannik fermato in semifinale da Djokovic. Ma questo, come abbiamo scritto spesso, è un altro Sinner. E se sarà su questi livelli anche sul rosso, il divario con gli altri diventerà un canyon. E’ il dominatore del circuito, domina in modo a tratti imbarazzante. E’ un tennista italiano, sembra incredibile.

di Nicola Sellitti

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Roma, De Rossi e l’appello per il tifoso malato: “Vogliamo contattarlo”

18 Aprile 2024
È l’appello lanciato dall’allenatore della Roma Daniele De Rossi a un giovane tifoso di cui non …

Gli Usa schierano un nuovo Dream Team

18 Aprile 2024
Gli Usa mettono in campo un nuovo Dream Team dell’Nba. Forse, forse gli si potrebbe già spedir…

Pechino, scandalo nella mezza maratona: gli atleti africani fanno vincere il cinese

17 Aprile 2024
Nella mezza maratona di Pechino i tre atleti africani che si trovano ai primi posti rallentano e…

1.233,075 km in 24 ore su una vespa: Valerio Boni entra (di nuovo) nel Guinness World Records

15 Aprile 2024
Nuovo record per Valerio Boni, giornalista 65enne, che entra (per la sesta volta in 4 anni) nel …

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI