app-menu Social mobile

Skip to main content
Scarica e leggi gratis su app
nft di highsnob

Highsnob porta gli NFT a Sanremo

Per la prima volta nella storia del Festival un artista ha portato la Crypto Arte a Sanremo. Si tratta di Highsnob che si ha cantato sul palco dell’Ariston esibendo al collo un’opera d’arte NFT che fonde la musica e la pittura e che…fa bene al pianeta!
| ,

Highsnob porta gli NFT a Sanremo

Per la prima volta nella storia del Festival un artista ha portato la Crypto Arte a Sanremo. Si tratta di Highsnob che si ha cantato sul palco dell’Ariston esibendo al collo un’opera d’arte NFT che fonde la musica e la pittura e che…fa bene al pianeta!
| ,

Highsnob porta gli NFT a Sanremo

Per la prima volta nella storia del Festival un artista ha portato la Crypto Arte a Sanremo. Si tratta di Highsnob che si ha cantato sul palco dell’Ariston esibendo al collo un’opera d’arte NFT che fonde la musica e la pittura e che…fa bene al pianeta!
| ,
| ,
Per la prima volta nella storia del Festival un artista ha portato la Crypto Arte a Sanremo. Si tratta di Highsnob che si ha cantato sul palco dell’Ariston esibendo al collo un’opera d’arte NFT che fonde la musica e la pittura e che…fa bene al pianeta!
Un Sanremo all’insegna della gioventù grazie alla scelta di Amadeus di portare sul palco dell’Ariston molti artisti della nuova generazione, in un saggio mix con i veterani. Una mossa vincente come dimostra sia lo share del 55.8%, il più alto dal 1995,  sia l’abbassamento dell’età media degli spettatori da casa: 52.8 anni, rispetto ai 54.7 del 2020 e ai 53.7 del 2021. Ma la musica e gli spettatori non sono state le uniche conseguenze di questa strategia. Per la prima volta nella storia del Festival, un artista ha portato sul palco la Crypto Arte: Highsnob, che ha gareggiato insieme ad Hu con il pezzo “Abbi cura di te”, ha cantato sul palco dell’Ariston esibendo al collo una vera e propria opera d’arte NFT da lui appositamente creata. Infatti Michele Matera, questo il nome del rapper, unisce da sempre la passione per la pittura a quella per la musica ed è uno dei più importanti artisti della Cryptoarte. Con lo pseudonimo di Eskalator ha anche esibito le sue opere nella mostra più importante del mondo NFT “2121 Crypto art is Now” curata da Alessandro Brunello e Wrong Theory presso il Museo della Permanente di Milano. Il primato va oltre Sanremo perché si tratta del primo caso al mondo che unisce due forme d’arte nello stesso NFT: la musica e la pittura. Chi acquista l’opera Blow Up, questo il nome scelto dall’artista, diventa proprietario sia del quadro che del brano inedito ad esso collegato. “Ho voluto unire due mie grandi passioni come la musica e la pittura in un unica cosa. Chi acquisterà questo token non solo possiederà un mio quadro digitale unico in tiratura 1/1 ma collezionerà anche il master originale di un brano mio inedito e ne deterrà tutti i diritti di rivendita”, scriveva Highsnob ad aprile su Instagram. Oltre il solito NFT, oltre la scelta di una sola opera d’arte e anche oltre il semplice valore artistico: una parte dei ricavi derivanti dalla vendita dell’opera sarà devoluto alla community internazionale di MIRAI che svilupperà una serie di azioni green come piantare alberi, pulire mari e ripopolare la flora e la fauna del pianeta.

COSA SONO GLI NFT?

L’acronimo sta per Not Fungible Token, ossia gettone non fungibile e quindi non riproducibile. Si tratta in sostanza di un’opera d’arte digitale di qualsiasi formato (testo, video, audio, gif, immagini) che non può essere in alcun modo copiata o sostituita, grazie alla garanzia data dalla tecnologia blockchain. Quest’ultima, letteralmente “catena bloccata, è un registro digitale condiviso e immutabile dove ogni transazione viene memorizzata in modo da non poter essere più alterata né eliminata. In altri termini, chi acquista un’opera registrata sotto forma di NFT, ha la garanzia di avere tra le sue mani un pezzo unico di cui nessuno potrà mai contestare l’originalità proprio perché ogni singolo trasferimento è tracciabile. Per questi motivi, si tratta di un sistema sicuro e affidabile, non solo in ambito artistico, ma anche nel settore bancario e della pubblica amministrazione, sempre più vulnerabile al furto dei dati. La popolarità degli NFT è esplosa grazie all’utilizzo da parte di Elon Musk e dell’amministratore delegato di Twitter Jack Dorsey, ma ci sono ancora tante opportunità inesplorate. La scelta di dare spazio ai giovani sul palco di Sanremo ha pagato in tal senso e questo dovrebbe far riflettere sul loro ruolo, spesso sottostimato, nella nostra società.   di Giovanni Palmisano

La Ragione è anche su WhatsApp. Entra nel nostro canale per non perderti nulla!

Leggi anche

Trent’anni e non sentirli 

23 Giugno 2024
Trent’anni fa “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino e “Caro Diario” di Nanni Moretti si sfidavano …

Diritti musicali, un miliardo di sterline per i Queen

22 Giugno 2024
La Sony è pronta a pagare un miliardo di sterline (l’equivalente di circa 1,27 miliardi di dolla…

40 anni di Cpm, Mussida: “Siamo stati un’anomalia benigna”

20 Giugno 2024
Il CPM compie 40 anni dopo aver formato 20000 studenti grazie a più di 1000 insegnanti. La festa…

Videosogni d’inizio estate

20 Giugno 2024
L’estate è alle porte e i videogiocatori di tutto il mondo si preparano a vivere nuove, incredib…

LEGGI GRATIS La Ragione

GUARDA i nostri video

ASCOLTA i nostri podcast

REGISTRATI / ACCEDI